Covid, l'Oms: "Entro due mesi il 50% degli europei sarà contagiato da Omicron. Sì alle scuole aperte"

La Repubblica INTERNO

I record degli Stati Uniti. Gli Stati Uniti hanno registrato 1,13 milioni di nuovi contagi in un giorno, ed è finora il record per qualsiasi Paese del mondo.

Huang Chun, funzionario del Comitato organizzatore di Pechino 2022, ha detto in un briefing online che, malgrado i casi Omicron, "non ci sono elementi per poter dire che la situazione sia cambiata"

L'aumento dei contagi sta creando grandi difficoltà nella gestione delle scuole, a causa dell'assenza di insegnanti, staff e autisti degli autobus. (La Repubblica)

Se ne è parlato anche su altri media

Favorevole a mantenere il bollettino, invece, Cesare Cislaghi, già presidente della Società italiana di epidemiologia, secondo cui toglierlo equivarrebbe a una censura. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità combattere la pandemia con richiami continui degli attuali vaccini "non è una strategia praticabile" (The Italian Times)

Al ritmo attuale, entro due mesi oltre il 50% degli europei sarà contagiato dalla variante Omicron del Covid. Tuttavia, con l’aumento dell’immunità della popolazione e la diffusione di Omicron ci muoveremo più velocemente verso uno scenario che è vicino all’endemia” (Positanonews)

"Con questo andamento, l'Institute for Health Metrics and Evaluation prevede che oltre il 50% della popolazione della regione sarà infettata da Omicron nelle prossime 6-8 settimane", ha aggiunto Kluge. (Quotidiano Sanità)

Una marea di Omicron rischia di travolgere i sistemi sanitari in tutta Europa. L'Oms guarda soprattutto all'Europa centro-orientale, dove i tassi di vaccinazione sono più bassi e «vedremo malattie più gravi nei non vaccinati», ha spiegato Kluge. (La Nuova Sardegna)

Pfizer. Il vaccino Pfizer specifico per la variante Omicron sarà pronto entro marzo La situazione in Italia. Nuovo record di contagi covid in Italia mentre Omicron corre. (Tiscali Notizie)

Lo ha detto il direttore regionale per l’Europa dell’Oms, Hans Kluge, nel corso della consueta conferenza stampa sulla situazione pandemica. L’Institute for Health Metrics and Evaluation (Ihme), centro di ricerca sanitaria indipendente dell’Università di Washington, prevede che di questo passo oltre il 50 per cento della popolazione della regione europea sarà contagiato dalla variante Omicron di coronavirus nelle prossime 6-8 settimane. (TERRANOSTRA | NEWS)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr