Ricoverati Covid al Ruggi, D'Amato: “Sono pochi e quasi tutti non vaccinati”

Ricoverati Covid al Ruggi, D'Amato: “Sono pochi e quasi tutti non vaccinati”
Salernonotizie.it SALUTE

Abbiamo visto tutti che oggi il covid colpisce soprattutto chi non è vaccinato e comunque se un vaccinato viene colpito dal covid, riesce a curarsi a casa senza più la necessità di ricoverarsi”

Ad affermarlo – come riporta oggi il quotidiano “Le Cronache” scaricabile online – è il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Ruggi d’Aragona Vincenzo D’Amato, che invita tutti alla vaccinazione: “Mi auguro che la situazione rimanga questa, ma per essere così l’unico modo è vaccinarsi. (Salernonotizie.it)

Su altri giornali

La terza dose di vaccino anti covid si farà. “La terza dose è importante perché serve ovviamente per risvegliare quelli che possono essere i processi immunitari che, come in tante altre malattie, possono anche perdere la memoria, quindi perdere la loro efficacia dopo qualche mese o qualche anno”, ha sottolineato. (MilanoToday.it)

Pubblicata sul The Lancet, la nuova ricerca controcorrente svela che la dose “booster” non serve a tutta la popolazione. “Vaccini contro le varianti al posto della terza dose”: la proposta. A detta dei ricercatori che hanno preso parte allo studio, se in futuro emergeranno nuove varianti del virus che potrebbero sfuggire agli attuali vaccini anti-Covid, bisognerà creare nuovi vaccini specifici (Virgilio Notizie)

Tuttavia bisogna proseguire e “completare questo percorso“, anche attraverso l’obbligo vaccinale, che “non deve essere un tabù per il Governo”. (Virgilio Notizie)

Terza dose di vaccino, quando si parte in Lombardia: c'è la data

Martina Luoni aveva 27 anni ed è morta di cancro dopo avere lottato per tre anni contro la malattia. I suoi appelli avevano richiamato le attenzioni delle istituzioni, con la Regione Lombardia che l'aveva chiamata a fare da testimonial nella campagna anti-Covid. (AGI - Agenzia Italia)

Al fine di consentire l’inoculazione della terza dose, sottolinea ancora la struttura di Figliuolo, verranno messe a disposizione ulteriori dosi di vaccino a mRna Pfizer e Moderna. La Puglia non perde tempo: la data cerchiata in rosso sul calendario per l’avvio della campagna di somministrazione del “booster” è quella del 20 settembre. (StatoQuotidiano.it)

Per ora le indicazioni sono per i fragili e i pluripatologici e noi ci atterremo a queste indicazioni. Lui stesso ha poi ribadito che “è la procedura più sicura per garantire la copertura immunitaria a quelle che sono le categorie più a rischio” (MilanoToday.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr