Principe Andrea: la regina Elisabetta lo priva di tutti i suoi titoli reali

Principe Andrea: la regina Elisabetta lo priva di tutti i suoi titoli reali
Vogue Italia CULTURA E SPETTACOLO

Il tentativo, infatti, dei legali del principe di archiviare la causa civile che lo ha coinvolto nello scandalo Epstein è stato respinto dal giudice americano Lewis Kaplan

E ora Buckingham Palace annuncia che il principe non potrà più usare il suo titolo di SAR, privandolo così di tutti i titoli suoi militari e dei patrocini reali.

Non è certo la prima volta che Buckingham Palace prende le distanze dal principe Andrea: a marzo scorso è stato escluso dalla parata del Trooping the Colour per il compleanno della regina; a inizio anno, la regina ha annunciato che non avrebbe certo pagato le spese legali per la sua difesa. (Vogue Italia)

Su altri giornali

Che ci importa se il pupillo della sovrana, 62 anni il mese prossimo - già invischiato in altri scandali, già marito della rossa esuberante Sarah Ferguson, già coinvolto in altre relazioni turbolente, scapestrato e per questo molto amato dalla madre - non potrà più affacciarsi al balcone di Buckingham Palace con le sue belle divise e le medaglie e tutto l’armamentario da principe (La Stampa)

Seppur con ritardo rispetto alle spinte dei media inglesi, la regina Elisabetta ha adottato la linea dura: il principe Andrea, suo secondogenito, sarà privato dei gradi militari e perderà ogni incarico di rappresentanza a nome della Royal Family. (Il Timone)

L’ultimo a cadere è quello che coinvolge il principe Andrea, scaricato anche da sua madre: la regina Elisabetta. Quel documento ha sgretolato ogni residuo tentativo di difesa del Duca di York, verso il quale la Giuffre ha intentato causa per abusi sessuali quando la ospitò a Londra, lei 17enne. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Dal caso di Andrea di York alla principessa Diana fino alla Megxit: il lato “decisionista” della…

Che l'altroieri l'ha ripudiato per lo scandalo sessuale legato a Jeffrey Epstein e Ghislaine Maxwell (La Repubblica)

Andrea, insomma, è stato sacrificato per preservare il buon nome di casa Windsor, a malincuore, almeno per la madre. La decisione è arrivata in seguito a un colloquio con la regina al castello di Windsor, da cui, tuttavia, è stato escluso l'avvocato che sta difendendo il principe. (Vanity Fair Italia)

E la Regina Elisabetta II ci si è attenuta con rigore anche nei momenti più complicati del suo regno e delle vicissitudini familiari. Ma già in passato la Regina ha dimostrato non di guardare in faccia ad alcun grado di parentela. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr