L'Associazione Europea del Mediterraneo scrive a Draghi: il Sud è un deserto infrastrutturale

L'Associazione Europea del Mediterraneo scrive a Draghi: il Sud è un deserto infrastrutturale
L'Ecodelsud.it INTERNO

La “Macroregione del Mediterraneo” non è ancora istituita, nonostante sia stata prevista da anni!

“E’ necessario un piano straordinario per il lavoro con l’utilizzo delle risorse accantonate nel Piano Sud 2030 per lo sviluppo e la coesione dell’Italia.

La Macroregione Europea del Mediterraneo potrà utilizzare finanziamenti europei per progetti innovativi con le Regioni viciniori nel campo della protezione dell’ecosistema, della produzione di energia rinnovabile, della pesca e dell’agroalimentare

Un tema che si lega alle difficoltà in cui versa il Sud, da dove i giovani scappano. (L'Ecodelsud.it)

La notizia riportata su altri giornali

Un'azione prioritaria sindacali al centro del confronto con la parte politica e negoziale. In particolare, è stata riformulata in modo completo la parte che riguarda le relazioni sindacali, anche partecipative, con una regolazione semplificata ed unitaria della materia. (Paese Italia Press)

La percentuale dei risparmiatori è pari all’86% – in Europa all’81% -, la percentuale di risparmiatrici, invece, è pari al 79% – 54% la media europea. A renderlo pubblico l’European consumer payment report di Intrum. (Consumatore.com)

Una delle colture che invece rappresentano la novità, in Umbria, sono i noccioleti: “Situazione interessante. Però ricordiamoci che non siamo una regione da noccioleto, non possiamo riconvertire tutta la regione, ma la filiera è interessante. (Corriere dell'Economia)

Italia record, fuga dei laureati verso il nord Europa

La nuova strategia si baserà sull’attuale Strategia europea sulla disabilità del periodo 2010-2020. https://www.europarl.europa.eu/doceo/document/TA-8-2017-0474_IT.html. Inoltre il Parlamento vuole che i diritti delle persone con disabilità siano integrati in tutte le politiche. (Il Diario del Lavoro)

Dal primo marzo riapriranno scuole e asili, nonché barbieri e parrucchieri. Il tavolo preparerà una serie di proposte da presentare al prossimo vertice tra Merkel e governatori del 3 marzo (Pickline)

La Svizzera che viene scelta da meno dell’8% dei giovani laureati Specialmente per i laureati che purtroppo in Italia fanno molto fatica a sistemarsi. (Webmagazine24)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr