App installata nei cellulari dei criminali, centinaia di arresti in 18 Paesi

App installata nei cellulari dei criminali, centinaia di arresti in 18 Paesi
Per saperne di più:
TG La7 ESTERI

esteri. Attraverso il dispositivo la polizia ha potuto ascoltare ogni comunicazione, la pianificazione di omicidi, l'organizzazione dei traffici di droga di armi ed il riciclaggio.

Attraverso il dispositivo la polizia ha potuto ascoltare ogni comunicazione, la pianificazione di omicidi, l'organizzazione dei traffici di droga di armi ed il riciclaggio.

Nel corso del operazione sono state sequestrate più di tre tonnellate di droga e 35 milioni di dollari in contanti

Centinaia di persone - tra cui esponenti della criminalità organizzata asiatica, sudamericana, europea e membri di gang di motociclisti - sono finite in manette in 18 paesi. (TG La7)

Se ne è parlato anche su altri giornali

(askanews) – Centinaia di arresti in tutto il mondo in una maxi-operazione internazionale ribattezzata “Ironside” contro la criminalità organizzata in 18 paesi tra cui Europa, Stati Uniti, Australia e Nuova Zelanda. (Yahoo Notizie)

Martedì 8 giugno 2021 - 08:19. Centinaia di arresti in 18 paesi del mondo (grazie all’app An0m). Oltre 200 persone arrestate solo in Australia. CONDIVIDI SU:. . . . . . . . . . . Roma, 8 giu. La polizia australiana è stata tra le prime a presentare i risultati di Operazione Ironside. (askanews)

Continua a leggere. App installata nei cellulari dei criminali gestita dall’Fbi: come funziona. L’app ANoM era stata installata su cellulari privi di ogni altra funzionalità. L’operazione che ha permesso di tenere monitorate le azioni dei criminali è stata eseguita in Europa, Australia, Nuova Zelanda e Usa. (Yahoo Notizie)

I criminali di mezzo mondo si scambiavano messaggi su un app dell’Fbi. Senza saperlo

Secondo la polizia, erano circa 12.500 gli utenti a livello globale e 1.100 quelli attivi nella sola Australia. “Sosteniamo che siano membri di bande motociclistiche fuorilegge, mafia australiana, organizzazioni criminali asiatiche e gruppi criminali gravi e organizzati – ha detto Kershaw – Riteniamo che abbiano trafficato droghe illecite in Australia su scala industriale (Il Quotidiano Italiano - Nazionale)

In particolare, si tratta di 1 custodia cautelare in carcere, 1 agli arresti domiciliari e 4 obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria. Emesse misure cautelari nei confronti di 6 persone, 5 italiani e un albanese, ritenute responsabili di concorso in detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. (LaPresse)

Tutto intercettato dalle polizie di 17 Paesi. Un’imponente operazione coordinata dall’Interpol ha permesso di smantellare una rete criminale che agiva in tutto il mondo. Per tre anni personaggi della malavita sono stati indotti a comunicare tramite un’app crittografata progettata dalla polizia nota come AN0M. (L'agone)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr