Le criptivalute sprofondano: ecco i motivi e quanto può durare la fase negativa

QuiFinanza ECONOMIA

Alla fine il crollo delle criptovalute è arrivato, a dispetto di chi ormai vedeva in questo investimento alternativo il nuovo Eldorado.

Ecco i motivi del crollo. Una correzione era da lungo attesa per un asset considerato molto volatile e rischioso

I numeri della debacle. Il Bitcoin, la criptovaluta più famosa, è crollato a 32mila dollari e perde oggi quasi il 4% e su 7 gorni circa il 14%.

Una beffa per Melania Trump. (QuiFinanza)

Se ne è parlato anche su altre testate

In un nuovo report sul mercato di venerdì, gli analisti della suite di trading Decentrader hanno affermato che la price action di BTC sta finalmente mostrando "germogli verdi di ottimismo". (Investing.com)

L’INVERNO DELLE CRIPTOVALUTE? Con token si intendono le informazioni presenti nella blockchain che garantiscono a un soggetto il diritto su una somma di criptovalute. (Startmag Web magazine)

A tal proposito basterebbe citare ethereum i cui destini sono storicamente legati a quelli di bitcoin, infatti nel suo momento peggiore quest'ultimo ha registrato un calo di ben 10 punti percentuali per poi recuperarne non più di 3 e piazzarsi poco sopra i 2.200 dollari. (MRW.it)

Movimenti che potrebbero portare i nuovi investitori al limite, anche se gli operatori più esperti ritengono sia solo una correzione standard di mercato. Completamente diverso l’approccio di El Salvador: Bitcoin è diventata valuta legale nel Paese (Advisoronline)

Una rottura al ribasso sotto la zona di supporto di 35.550 dollari potrebbe forse spingere il prezzo verso la zona di supporto di 34.000 dollari Il prezzo del Bitcoin trova supporto. Il prezzo del Bitcoin ha iniziato una correzione al ribasso dalla zona di resistenza dei 38.500 dollari. (Reddito Inclusione Sociale)

Le vendite in generale, anche se non sono caratteristiche dei bull market, suggeriscono che quelli dietro di esse stanno subendo delle perdite. In alto vi è una resistenza tra 38.850 e 39.700 dollari, sostiene Decentrader, seguita da un significativo "vuoto" a 47.900 dollari e poi 53. (Cointelegraph Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr