Coronavirus, Bonaccini: "Stiamo sfiorando la terza ondata"

Coronavirus, Bonaccini: Stiamo sfiorando la terza ondata
La Repubblica INTERNO

Aumentano anche i ricoveri 22 Febbraio 2021. La situazione è "preoccupante perché la terza ondata in Europa c'è, in alcuni paesi c'è già, e noi la stiamo sfiorando", ha detto questa mattina in tv su la7 Bonaccini.

Nelle zone in cui invece la situazione è migliore, la proposta di Matteo Salvini sui ristoranti aperti anche a cena "è ragionevole", osserva Bonaccini.

Stesso discorso per le attività culturali: "Laddove le cose vanno bene e ci sono pochi contagi" via via riaprire "con capienze ridotte ad esempio cinema e teatri". (La Repubblica)

Ne parlano anche altri giornali

Le richieste a Roma «Al Governo chiediamo ristori superiori e che arrivino subito», aggiunge Bonaccini Bonaccini cita anche la proposta del ministro dei Beni culturali Dario Franceschini per riaprire dove possibile cinema e teatri e aggiunge piscine e palestre, magari «a livello individuale, non con le aggregazioni». (Corriere della Sera)

Un cambio di rotta parallelo al sostegno dei rispettivi partiti al governo Draghi. In sintesi: chiusure dove è necessario, allentare i bulloni dove è possibile, ristori adeguati e rapidi e un cambio passo sui vaccini. (AGI - Agenzia Italia)

“Abbiamo parlato di aperture, sarebbe banale parlare di sottosegretari”, un tema sul auquale “c’è sintonia”, ha detto oggi Salvini lasciando palazzo Chigi Lo ha detto il presidente della Conferenza delle Regioni e dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, in collegamento a L’aria che tira su La7. (Periodico Italiano)

Bonaccini: «Il Cts dia indicazioni più chiare, basta con le decisioni adottate all’ultimo minuto»

“I cittadini hanno bisogno di sentire le istituzioni vicine. “Non so se sia l’inizio della terza ondata- spiega ancora il governatore dell'Emilia Romagna - Stiamo monitorando la situazione territorio per territorio (AGI - Agenzia Italia)

Usarne altri sarebbe sbagliato e controproducente, anche perché le prossime settimane non saranno migliori di quelle scorse". Il consigliere prima replica al centrodestra che aveva criticato l'operato della Regione sugli impianti sciistici, poi tocca il tema caldissimo dei ristoranti (BolognaToday)

Chiediamo al Cts indicazioni più chiare e al governo di riconsiderare l’impianto dei provvedimenti». La ricerca ha potuto contare ovunque su ingenti fondi pubblici, è il momento di restituire alla collettività. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr