Decreto Flussi, il 27 gennaio via alle domande per i lavoratori non stagionali

Decreto Flussi, il 27 gennaio via alle domande per i lavoratori non stagionali
Altri dettagli:
Gli Stranieri, news immigrazione ESTERI

Per inviare le domande bisogna essere in possesso delle credenziali SPID utilizzando se possibile lo stesso indirizzo email usato per l’identità SPID, quale nome utente.

L’applicativo per la precompilazione dei moduli di domanda sarà disponibile a partire dalle ore 9 di dopodomani, mercoledì 12 gennaio, sul sito https://nullaostalavoro.dlci.interno.it.

Il termine ultimo per la presentazione delle domande è fissato al 17 marzo 2022

Dalle ore 9 del 27 gennaio, invece, potranno essere inviate le domande per l’assunzione di lavoratori non stagionali, per i lavoratori autonomi e per le conversioni. (Gli Stranieri, news immigrazione)

Su altri media

Quali imprese possono presentare domanda. Per poter presentare l’istanza allo Sportello Unico per l’Immigrazione per ottenere il nulla osta al lavoro subordinato, l’impresa di autotrasporto deve soddisfare una serie di condizioni. (Uomini e Trasporti)

Inoltre, con TeamSystem ID, non è necessario entrare e uscire per passare da un applicativo a un altro, ma resti sempre connesso. Con TeamSystem ID puoi accedere a diversi applicativi TeamSystem utilizzando semplicemente la tua email e una password. (Euroconference LAVORO)

100 QUOTE riservate ai lavoratori stranieri che abbiano completato programmi di formazione e istruzione nei Paesi d’origine ai sensi dell’art. INGRESSI PER LAVORO STAGIONALE. (Stranieri in Italia)

Decreto flussi 2021: ecco testo, quote e scadenze per le domande

Potranno inviare le domande le imprese di autotrasporto in conto terzi iscritte all’Albo degli Autotrasportatori e al Ren. Le modalità di applicazione sono illustrate nel Decreto, che sarà pubblicato il 17 gennaio 2022 sulla Gazzetta Ufficiale. (TrasportoEuropa)

100 QUOTE riservate ai lavoratori stranieri che abbiano completato programmi di formazione e istruzione nei Paesi d’origine ai sensi dell’art. Il Decreto fissa una quota massima di ingressi pari a 69.700 unità, 42.000 delle quali riservate agli ingressi per motivi di lavoro stagionale. (Melting Pot)

Ti invieremo gratuitamente la nostra famosa rassegna fiscale, e ogni tanto ti segnaleremo e-book, software e circolari che potrebbero interessarti. Infine 7.000 ingressi sono riservati a coloro che devono convertire in lavoro il permesso di soggiorno già posseduto ad altro titolo. (Fiscoetasse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr