I casi Covid calano ancora, verso il picco in 5-10 giorni."In una settimana +31% di ricoveri"

I casi Covid calano ancora, verso il picco in 5-10 giorni.In una settimana +31% di ricoveri
Metropolis SALUTE

Un primo rallentamento, dunque, in attesa del picco dei casi che, secondo gli esperti, si raggiungerà nell’arco di 5-10 giorni.

Salgono infatti del 31% i ricoveri di pazienti Covid-19 con sintomi e del 20,5% le terapie intensive.

Quanto alle ospedalizzazioni, sono 1.668 i pazienti in terapia intensiva, uno in meno nel saldo tra entrate e uscite.

Ed anche il dato giornaliero sulle terapie intensive indica una sostanziale stabilità, anche se crescono i ricoveri in una settimana. (Metropolis)

Su altre fonti

Resta per ora uguale il bollettino dei dati giornalieri relativi al Covid della Lombardia. 2 Articoli rimanenti Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito 1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi Attiva Ora Sei già abbonato? (La Provincia Pavese)

Secondo il bollettino Covid della Regione Lombardia, oggi, 13 gennaio 2022, vanno ancora male sia i decessi che i ricoveri. Ma la curva dei contagi pare avere una frenata, segno che potremmo essere vicini al famoso plateau, al quale seguirà lentamente la discesa della quarta ondata. (leggo.it)

I numeri comunicati dalla Regione non distinguono però i ricoverati positivi al coronavirus tra quelli in ospedale effettivamente per il Covid e quelli che ci sono finiti per altri motivi, scoprendosi contagiati "incidentalmente" col tampone d’ingresso. (IL GIORNO)

Covid, la curva dei contagi si appiattisce dopo l'impennata. La Lombardia spera

E un picco che potrebbe essere già stato superato: "Ma è ancora presto per dire se, raggiunto questo plateau, ci sarà una progressiva e rapida diminuzione del numero dei casi, con una discesa repentina della curva, o se questi si manterranno stabili senza più aumentare ma neanche diminuire", dice Antonio Clavenna, epidemiologo dell'Istituto Mario Negri (La Repubblica)

La Lombardia resta "gialla" anche la settimana prossima perché, come ha spiegato il presidente Attilio Fontana in mattinata, «uno dei tre parametri previsti per il passaggio di zona (quello delle terapie intensive, ndr) è ancora sotto la soglia di allarme». (Brescia Oggi)

Possibilità sottolineata anche dal coordinatore del sito di dati Covidstat e fisico Daniele Pedrini: «La discesa non va data per scontata. Il virologo avverte sulla possibilità di non vedere la discesa dopo il picco a causa della riapertura delle scuole. (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr