Afghanistan, dopo il ritiro delle truppe americane si apre un futuro incerto

Afghanistan, dopo il ritiro delle truppe americane si apre un futuro incerto
Il Fatto Quotidiano ESTERI

I Taliban potrebbero tornare al potere senza enormi difficoltà oppure passando per una guerra civile, molto più probabile.

Di sicuro qualunque configurazione di governo emergerà in Afghanistan bisogna capire se rappresenterà in futuro una minaccia per gli Stati Uniti.

Gli unici a rimanere in Afghanistan saranno i turchi impegnati a garantire la sicurezza dall’aeroporto internazionale di Kabul dopo il ritiro degli Stati Uniti

Con il ritiro militare delle truppe alleate dall’Afghanistan si è aperta una nuova discussione sul futuro della nazione definita da tempo un “buco nero”. (Il Fatto Quotidiano)

Su altre fonti

Occupando le province di confine i talebani finiranno per controllare l’economia». In anni recenti la Cina ha fatto significativi sforzi e svolto un ruolo costruttivo per la promozione della pace in Afghanistan (Tempi.it)

Dal 31 luglio al 4 agosto, infine, tornerà al cinema “Il Signore degli Anelli – Il Ritorno del Re”, tra i film più premiati della storia del cinema con 11 premi Oscar Le avventure di Frodo e della Compagnia dell'Anello sul grande schermo in 4K. (LaPresse)

Ma i negoziati tra le parti continuano: a Doha in Qatar si incontrano le delegazioni per porre fine agli scontri. Diversi alti funzionari, tra cui Abdullah Abdullah - capo del consiglio governativo, che supervisiona il processo di pace, ed ex capo dell'esecutivo - sono coinvolti nei colloqui di Doha. (Euronews Italiano)

SCENARI/ Così Usa e Turchia preparano il 'funerale' della Nato

Dietro la vicenda, i rapporti sempre più tesi tra i due Paesi, mentre su Kabul marciano i Talebani Ma Islamabad mette in dubbio la sua versione e ipotizza un complotto dell'India. (La Repubblica)

L’abbandono delle truppe alleate non è novità degli ultimi giorni. Lo scenario infatti sta cambiando rapidamente e libertà che apparivano ormai conquistate sono di nuovo messe in discussione. (Il Cittadino)

Rimane il fatto che è poco accettabile l’utilizzo ricattatorio della questione migranti da parte della Turchia. Gli effetti della ritirata degli Stati Uniti dall’Afghanistan sono ben illustrati nella intervista del Sussidiario a Marco Lombardi, e non lasciano ben sperare. (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr