MotoGp, Quartararo cambia idea: "Per la tuta aperta meritavo la bandiera nera"

MotoGp, Quartararo cambia idea: Per la tuta aperta meritavo la bandiera nera
Più informazioni:
la Repubblica SPORT

Fabio Quartararo, però, non ha gradito la prima penalità: "Ho perso sette decimi, ma se avessi perso un secondo non mi avrebbero penalizzato.

Come faccio a sapere mentre sono in moto che ho perso sette decimi e non un secondo?

Fabio Quartararo ci ripensa.

Considerando anche quello che è successo la scorsa settimana (la tragedia di Jason Dupasquier ndr), penso che sarebbe stata la cosa giusta da fare. (la Repubblica)

Su altre testate

Marquez torna a parlare dell’infortunio e del calvario del 2020. Probabilmente dopo la pausa estiva dovrebbe esserci un netto miglioramento che lo dovrebbe avvicinare al top della forma. (AutoMotoriNews)

— alpinestars (@alpinestars) June 8, 2021. 03) This is only a first assessment, to be further investigated once the suit is in the Alpinestars laboratory at Alpinestars headquarters, conducting all testing and analysis to understand more about the cause of what happened. (FormulaPassion.it)

A mente fredda, il giorno dopo, al termine dei test della MotoGP sul circuito del Montmelo, è tornato sui suoi passi ammettendo che avrebbe meritato la bandiera nera (l'esclusione immediata dalla corsa): "È difficile ammetterlo, ma guardando indietro è vero, ero da bandiera nera – ha detto infatti Quartararo ai microfoni di Sky Sport –. (Sport Fanpage)

MotoGP Catalogna: solo la sfortuna può fermare Quartararo?

Il pilota della Honda non aveva completato una giornata di test da prima dell'infortunio del luglio 2020. Marc Marquez, Repsol Honda Team 1 / 9 Foto di: MotoGP Pol Espargaro, Repsol Honda Team 2 / 9 Foto di: MotoGP Pol Espargaro, Repsol Honda Team 3 / 9 Foto di: GPOne Marc Márquez, Repsol Honda Team 4 / 9 Foto di: Circuito de Jerez Marc Márquez, Repsol Honda Team 5 / 9 Foto di: Circuito de Jerez Pol Espargaró, Repsol Honda Team 6 / 9 Foto di: Circuito de Jerez Marc Márquez, Repsol Honda Team 7 / 9 Foto di: Circuito de Jerez Marc Márquez, Repsol Honda Team 8 / 9 Foto di: Circuito de Jerez Marc Márquez, Repsol Honda Team 9 / 9 Foto di: MotoGP (Motorsport.com Italia)

Ma i risultati dei primi controlli ci dicono che non c’era nulla di anormale sulla tuta dell’alfiere Monster Yamaha, tutto anzi funzionava correttamente come sempre. Alpinestars giustamente vuole vederci chiaro su un fatto decisamente pericoloso per l’incolumità del pilota MotoGP e ha avviato un’indagine interna. (Corse di Moto)

La casa austriaca ha iniziato male la stagione, ma ha avuto la forza di risalire rapidamente la china, con test e novità tecniche. Ora ai due non resta che resettare e guardare avanti, per ritrovare al più presto lo smalto perduto (Motosprint.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr