Covid, vaccini Pfizer e Moderna, cambia di nuovo la data dei richiami in Lombardia, ecco tutti i dettagli

Covid, vaccini Pfizer e Moderna, cambia di nuovo la data dei richiami in Lombardia, ecco tutti i dettagli
Centro Meteo italiano ECONOMIA

In molti avevano comunque ottenuto l’appuntamento per la seconda dose al 35esimo.

Si torna dunque a 21 giorni per Pfizer e 28 per Moderna dopo il cambio di metà aprile, come riporta milanotoday.it.

La nota del welfare spiega la situazione: La seconda dose della vaccinazione anti covid sarà proposta dal portale per la prenotazione dal 21° giorno per i vaccini Pfizer Biontech e dal 28° giorno per il vaccino Moderna. (Centro Meteo italiano)

La notizia riportata su altri giornali

(LaPresse) – “La notizia della morte della ragazza è un dolore per tutti noi, per il Paese, esprimo cordoglio per la famiglia. Il vaccino di AstraZeneca è noto che può dare quei fenomeni di trombosi in sede inusuale associati a un abbassamento delle piastrine. (LaPresse)

L'Azienda Usl di Bologna consiglia ai cittadini che non hanno ancora eseguito la prima dose e che fin da ora sono consapevoli dell'impossibilità di effettuare il richiamo nella data indicata dalla prenotazione di riprogrammare l'intero ciclo vaccinale attraverso i consueti canali: sportelli cup, farmacie, fascicolo sanitario elettronico, cup web, e telefono 800884888. (BolognaToday)

A questo punto, in pratica, tutte le fasce d’età possono scegliere la tipologia di vaccino che preferiscono. La differenza la faranno probabilmente i tempi: le agende per vaccini a mRna sono piuttosto affollate mentre per AstraZeneca e Johnson & Johnson la fila è molto ridotta. (Genova24.it)

Vaccino, dal 28 giugno la Lombardia accorcia di nuovo i tempi per il richiamo con Pfizer e Moderna

Nelle ultime 24 ore sono state somministrate oltre 17mila dosi (17.013), di cui 12.216 di vaccini freeze (Pfizer o Moderna) e 4.797 di vaccini cold (Astrazeneca o Johnson)” “La Liguria – prosegue il presidente della Regione – ha somministrato ad oggi 1 milione e 51.417 vaccini, pari al 93% di quelli consegnati. (Liguria Oggi)

Per parte sua, il coordinatore del CTS Franco Locatelli, in un intervento radiofonico, puntualizza da un punto di vista scientifico: "il vaccino di AstraZeneca è già preferenzialmente raccomandato per i soggetti sopra i 60 anni di età, perchè il rapporto tra i benefici derivanti dalla vaccinazione ed eventuali rischi diventa incrementale con l'età e particolarmente favorevole sopra questa soglia". (Primocanale)

Per poter fissare la data desiderata si dovranno seguire le modalità di prenotazione adottate fino a oggi: portale di Poste Italiane, portalettere, sportelli Atm di Poste Italiane e numero verde 800.894545. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr