Caso Pomarelli, condannato Massimo Sebastiani

Caso Pomarelli, condannato Massimo Sebastiani
Yahoo Notizie INTERNO

Massimo Sebastiani condannato, la lettera di Ligabue. Qualche settimana dopo la morte della giovane, il noto cantante Luciano Ligabue aveva fatto una dedica ad Elisa attraverso una lettera dai toni molto dolci e commoventi.

Sebastiani ha strangolato Elisa occultandone successivamente il cadavere, infine la fuga.

Massimo Sebastiani condannato. A circa due anni dalla scomparsa di Elisa Pomarelli, è arrivata la sentenza che ha decretato la condanna definitiva di Massimo Sebastiani a 20 anni di carcere. (Yahoo Notizie)

Se ne è parlato anche su altre testate

Proprio attorno a questa zona è stato trovato il cadavere di Elisa. Durante l’interrogatorio di garanzia Sebastiani aveva spiegato di aver ucciso Elisa per un’“ossessione affettiva” (L'HuffPost)

L’uomo accusato di omicidio volontario aggravato era difeso dall’avvocato Andrea Perini. La famiglia della donna si era costituita parte civile con l’avvocato Wally Salvagnini. (IlPiacenza)

Non abbiamo parole, è stato raccontato come una persona per cui provare pietà, ma la vittima è Elisa». Sebastiani ottenne il rito abbreviato per la mancanza di aggravanti che avrebbero previsto l’ergastolo (IlPiacenza)

Delitto Pomarelli, condannato a 20 anni Massimo Sebastiani

La donna, che aveva 45 anni e lavorava alla vetreria di Borgonovo, era stata uccisa con otto coltellate, pare al culmine di un diverbio. E’ la sentenza nei confronti di Abdelkrim Foukahi, il 40enne originario del Marocco accusato dell’omicidio della moglie Damia El Assali, trovata senza vita nella sua casa di Borgonovo l’8 maggio 2019. (piacenzasera.it)

La sentenza è stata pronunciata oggi nell’ambito del processo che si è svolto in Corte d’assise a Piacenza. (Libertà)

La procuratrice Grazia Pradella aveva chiesto 24 anni di carcere per Sebastiani, arrestato dopo alcuni giorni in fuga nascosto sulle colline, imputato per omicidio volontario e occultamento di cadavere e processato in abbreviato. (Giornale di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr