Crisi ucraina e gas russo: il ministro Cingolani spinge sull'uso del carbone come riserva di energia

Crisi ucraina e gas russo: il ministro Cingolani spinge sull'uso del carbone come riserva di energia
Civonline INTERNO

Si parla di 6 mesi, 12 mesi, al massimo due anni»

«Non si riaprono quelle chiuse – ha confermato Cingolani – si va a carbone con quelle che sono ancora in operazione, per un periodo transitorio che serve per risparmiare, mentre sostituiamo il gas russo con il gas nuovo».

«Ma l’impatto ambientale è piccolissimo, e largamente compensato dalla crescita molto forte delle rinnovabili – ha aggiunto il Ministro – vogliamo mantenere la road map al 55% di decarbonizzazione, mentre affrontiamo la contingenza russa». (Civonline)

La notizia riportata su altre testate

REUTERS/Eric Gaillard/. ROMA (Reuters) - L'Italia deve accelerare le procedure di stoccaggio del gas per raggiungere il target del 90% di capacità alla luce delle interruzione nelle forniture russe, secondo il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani. (Investing.com Italia)

Inizia così la dura presa di posizione delle tre associazioni ambientaliste contro la politice del ministro della Transizione ecologica e in particolare contro il Pitesai, il Piano strategico per la transizione energetica sostenibile delle aree idonee. (Qualenergia.it)

Sull'acqua "abbiamo decisamente un problema - ha detto ancora Cingolani - Il flusso d'acqua per l'idroelettrico è cruciale, anche per il raffreddamento delle centrali. ulla situazione idrica "sono abbastanza preoccupato. (La Sicilia)

Gas, Cingolani “Tetto al prezzo unica soluzione sostenibile”

Chiudono le aziende, non perchè manca il gas ma perchè qualcuno ha deciso che oggi devono farcelo pagare di più - ha aggiunto il ministro -. Fornito da Italpress ROMA (ITALPRESS) - "La proposta di un tetto massimo pian piano è uscita come l'unica soluzione sostenibile, bisogna evitare che qualcuno la mattina si alzi e stabilisca un prezzo folle, e penso che su questo punto otterremo qualcosa. (Notizie - MSN Italia)

- ROMA, 21 GIU - Sulla situazione idrica "sono abbastanza preoccupato. Stiamo valutando tutte le azioni da fare (Gazzetta di Parma)

Oggi sono stati stoccati 28 milioni di metri cubi e l’offerta di metano sul mercato italiana e’ stata superiore di 20 milioni di metri cubi rispetto alla domanda. Secondo quanto emerso dalla riunione, è raggiungibile l’obiettivo di riempirli al 90%, dato che al momento la domanda si mantiene inferiore all’offerta. (MeteoWeb)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr