LA FEDERAZIONE RINGRAZIA DAVIDE CASSANI

InBici SPORT

Davide Cassani (Italy) – Cordiano Dagnoni (ITA – FCI) – photo Ilario Biondi/BettiniPhoto2021. “Ho sempre considerato Davide una risorsa per il movimento ciclistico e per questo mi sarebbe piaciuto percorrere ancora altra strada insieme.

Per questo motivo le porte delle Federazione per lui resteranno sempre aperte”

Lo ringrazio per quanto fatto in questi anni.

🔊 Ascolta L'Articolo. Il Presidente Cordiano Dagnoni, preso atto della volontà del tecnico di non accettare la proposta per un nuovo ruolo in ambito federale, gli augura le migliori fortune per le sue nuove attività. (InBici)

Ne parlano anche altre testate

“Ho sempre considerato Davide una risorsa per il movimento ciclistico e per questo mi sarebbe piaciuto percorrere ancora altra strada insieme. Comprendo, però – scrive Dagnoni –, i motivi della sua decisione. (Sportface.it)

L’ex ct della Nazionale di ciclismo, Davide Cassani, spiega tramite un post pubblicato sul suo profilo Facebook il perchè della rinuncia a ricoprire un nuovo incarico in Federazione. Ciclismo, Cassani: “Io uomo da strada e non da scrivania, il mio amore per lo sport sono le pedalate di Colbrelli a Roubaix”. (Sportface.it)

Io ero li' con Colbrelli, pedalavo con lui, stavo facendo a meta' di tutto; fango e sudore, speranza e fatica Il ct azzurro, di fatto "esonerato" durante l'Olimpiade di Tokyo, non ha accettato la proposta di un nuovo incarico in ambito Fci: "Ma le porte per lui resteranno sempre aperte". (Sport Mediaset)

Italia, Davide Cassani lascia la Federciclismo: finita la sua avventura azzurra

Insomma, troppo per Cassani che ha rispedito al mittente ogni proposta alternativa di Dagnoni. Tanto la delusione che il Presidentemandò a casa il ct Cassani prima di gustarsi il successo di Ganna e del quartetto nell'inseguimento a squadre. (Eurosport IT)

Davide Cassani spiega così il suo rifiuto al ruolo istituzionale che il presidente Cordiano Dagnoni gli aveva proposto all’interno della Federazione Ciclistica Italiana. È in quel fango che copre completamente Sonny che io ritrovo tutti i motivi del mio sconfinato amore per il ciclismo. (Cyclinside)

L’ex commentatore RAI si era preso qualche giorno per riflettere, ma l’addio appariva come quasi certo, fino a concretizzarsi oggi. Una decisione che era nell’aria, figlia anche delle difficoltà emerse con il tempo, con il tecnico romagnolo che le ha ufficializzate oggi con una letterea al consiglio federale e una telefonata al presidente. (SpazioCiclismo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr