Mutuo: In banca o sul web?

Mutuo: In banca o sul web?
Più informazioni:
SenzaBarcode ECONOMIA

Finiti i tempi in cui per richiedere un mutuo ci si doveva rivolgere necessariamente ad una banca.

Tutto quello che occorre è aere un specchietto ben chiaro di quali sono banche e finanziarie che aderiscono al network, ovvero che consentono di accedere ad una richiesta di mutuo anche da internet.

Sempre con la criticità di dover fare tutto da soli, senza quindi alcun supporto di un consulente fisico

Richiedere un mutuo online è ormai un qualcosa di molto comune, non più appannaggio esclusivo di utenti particolarmente abili con il pc. (SenzaBarcode)

Su altri giornali

Più richieste dalle regioni dov’è maggiore la presenza di mutui. La maggior parte delle domande accolte proviene da famiglie residenti nel Nord Italia, riflettendo anche la maggiore presenza di famiglie con mutuo rispetto al Centro-Sud. (MutuiOnline.it)

Sono i non performing loans, ovvero i crediti deteriorati che hanno poi a loro volta messo in difficoltà molte banche, soprattutto in Italia. Devono avere un fatturato inferiore a 50 milioni, e non abbiano crediti deteriorati, ovvero che siano “in bonis”, come si dice in gergo. (TRUENUMBERS)

Altrettanto essenziale è la modifica della disciplina, relativa alle coperture obbligatorie dei crediti deteriorati, che introduce un controproducente incentivo alle banche a cedere i crediti ai primi segnali di difficoltà, invece di impegnarsi in percorsi di ristrutturazione che richiedono tempo”. (LaPresse)

Moratoria mutui: famiglie meno vulnerabili

Proprio sull’impossibilità per il popolo delle partita IVA di aderire alla moratoria “prima casa” si è acceso, nei giorni scorsi, lo scontro politico, con diverse interrogazioni depositate alla Camera da parte di altrettanti parlamentari. (LabParlamento)

Serve un intervento che possa accompagnare imprese e famiglie fuori da questa fase pandemica e le aiuti a intercettare la ripresa quale diritto da garantire a tutti In Emilia-Romagna sono dunque interessate decine di migliaia di imprese e famiglie. (SulPanaro)

In Emilia-Romagna sono dunque interessate decine di migliaia di imprese e famiglie. Per questo ritengo necessario che il Governo consideri un ulteriore allungamento dei termini delle moratorie e dei piani di ammortamento dei prestiti”. (piacenzasera.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr