Borse europee, chiusura in netto calo, in rialzo le banche

Bizjournal.it - Liguria ECONOMIA

Chiusura in netto calo per le Borse europee, dopo le strette sui tassi decise dalla Federal Reserve e dalla Bank of England. Queste misure hanno depresso i listini, tranne i bancari, e spinto gli interessi dei titoli di stato: il Treasury a dieci anni è al 3,69%, quello sul Btp al 4,2%). Preoccupa inoltre la crescente tensione in Ucraina, dopo l’annuncio dei referendum nelle zone occupate dai russi e le minacce Putin sullla possibilità dell’impiego di armi nucleari. (Bizjournal.it - Liguria)

Su altre fonti

Non era mai successo negli ultimi 50 anni: dopo l’aumento dei tassi della Fed, buona parte delle banche centrali in Asia ed in Europa hanno scatenato tutte assieme la guerra all’inflazione. Ieri hanno alzato i tassi Regno Unito, Svizzera, Norvegia, Indonesia, Taiwan, Filippine e Sud Africa. (FIRSTonline)

Apertura ancora una volta sotto la parità per gli indici di Wall Street, con gli investitori preoccupati dal rischio di una recessione dopo la nuova stretta monetaria da 75 punti base annunciata in settimana dalla Federale Reserve. (Milano Finanza)

Londra Euro / Dollaro USA (Borsa Italiana)

Euro e sterlina tentano il rimbalzo sul dollaro Ma pesa il rischio recessione, soprattutto sulle obbligazioni. (Milano Finanza)

Fari puntati anche sul rischio recessione, esasperato dai problemi di Apple nella produzione del nuovo iPhone 14. Il Dow Jones inizia le contrattazioni in rialzo dello 0,3%, così come l'S&P 500. (Milano Finanza)

Crescono i rendimenti dei bond. Ecco cinque cose che possono muovere i mercati nella giornata di oggi venerdì 23 settembre. (Milano Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr