Bollettino economico della Bce: “Pronti ad aumentare tassi nei prossimi mesi”

Sky Tg24 ECONOMIA

La mossa servirà a frenare la domanda e mettere al riparo dal rischio di un persistente incremento delle aspettative d'inflazione. Addio ai tassi negativi anche in Svizzera. La Banca centrale europea sottolineano poi i rischi per la crescita legati al protrarsi della guerra tra Russia e Ucraina La Bce , dopo la stretta da 3/4 di punto a inizio settembre, si attende di aumentare ulteriormente i tassi di interesse per frenare la domanda e mettere al riparo dal rischio di un persistente incremento delle aspettative d'inflazione. (Sky Tg24 )

Su altre fonti

Il Consiglio direttivo – spiegano da Bruxelles – riesaminerà regolarmente la traiettoria della politica monetaria alla luce delle informazioni più recenti e dell’evolvere delle prospettive di inflazione. (Economy Magazine)

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 22 set - Nel contesto di un'economia mondiale in rallentamento, i rischi per la crescita sono orientati principalmente al ribasso, in particolare nel breve periodo. (Il Sole 24 ORE)

In una delle giornate più complesse del mese, in cui a distanza di poche ore si è assistito al rialzo dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve e poi della Banca nazionale svizzera, arriva puntuale il bollettino economico della Banca centrale europea (Bce) che conferma l’andamento al ribasso della crescita nell’Eurozona nei mesi a venire. (MoneyMag.ch)

Recessione pesante in arrivo per l'Europa. Investimenti? Seguire Buffett.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 22 set - Dopo il recupero osservato nella prima meta' del 2022, i dati recenti indicano un considerevole rallentamento della crescita nell'area dell'euro, con l'economia che dovrebbe ristagnare nel prosieguo dell'anno e nel primo trimestre del 2023. (Il Sole 24 ORE)

La sede della Bce a Francoforte (Corriere della Sera)

Prima di allora, il 5 ottobre, ci sarà il meeting di politica monetaria del Governing Council, in cui sicuramente verranno fornite alcune linee di tendenza. Stando a quanto sostenuto dalla Lagarde in occasione dell’ultimo meeting (8 settembre), ci aspettano altri aumenti la cui entità sarà decisa sulla base dei dati, visto che la BCE non ha idea di quale possa essere il tasso neutrale, ovvero quello in grado di assicurare una crescita stabile del PIL a piena capacità. (Investing.com Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr