Tamponi Lazio, le colpe dei medici e quelle di Lotito: le motivazioni della sentenza

Tamponi Lazio, le colpe dei medici e quelle di Lotito: le motivazioni della sentenza
TUTTO mercato WEB SPORT

Prossima puntata: il processo di appello

Su questo, il collegio giudicante ha dato ragione infatti alla Lazio.

Le cui ragioni sono state invece bocciate su tutte le altre questioni.

Tamponi Lazio, le colpe dei medici e quelle di Lotito: le motivazioni della sentenza. vedi letture. La Lazio ha violato i protocolli anti Covid e per questo deve essere condannata.

Ma la responsabilità più grave, quella di non aver avvertito le Asl dei casi di positività emersi nel gruppo squadra, è soprattutto dei medici, mentre su questo fronte non si può accertare il coinvolgimento di Claudio Lotito (TUTTO mercato WEB)

Ne parlano anche altre fonti

Si evidenzia che "in caso di accertamento di positività,e, tanto, pur in presenza del suo innegabile interessamento per la vicenda in oggetto, atteso che, ad ogni buon conto, non è in alcun modo dimostrato, nè contestato, che nella sua funzione di presidente, il Lotito abbia impedito l’attivazione delle procedure. (Calciomercato.com)

Infatti, viene sottolineato che qualora si accerti un caso di positività, la gestione della procedura rientra fra gli “aspetti medici”. Il Tribunale, per giustificare la diminuzione della "pena", evidenzia una distinzione di responsabilità tra Claudio Lotito e il responsabile sanitario. (Toro News)

In questo caso l'operato dei medici è stato giustificato "per il brevissimo lasso di tempo intercorso dall'intervenuta ricezione della comunicazione delle positività alla fine dell'allenamento". I capi d'accusa sono mossi perlopiù ai medici, per questo Lotito punterebbe all'assoluzione o a una riduzione della condanna. (La Lazio Siamo Noi)

La Lazio ha violato i protocolli Covid e va condannata: le motivazioni della sentenza

Per quanto riguarda il merito delle altre specifiche questioni, le spiegazioni della Lazio non hanno convinto i giudici. . La Gazzetta dello Sport (V. Piccioni) – La Lazio ha violato i protocolli e per questo deve essere condannata. (Pagine Romaniste)

Tamponi Lazio, le motivazioni della sentenza del Tribunale Federale. "Sarebbe paradossale ritenere escluso l'obbligo della comunicazione dei positivi all'Asl a carico delle società professionistiche. E' palese la responsabilità della componente medica per il brevissimo lasso di tempo intercorso dall'intervenuta ricezione della comunicazione delle positività alla fine dell'allenamento". (Fantacalcio ®)

La Lazio ha violato i protocolli anti Covid e per questo deve essere condannata. Ma la responsabilità più grave, quella di non aver avvertito le Asl dei casi di positività emersi nel gruppo squadra, è soprattutto dei medici, mentre su questo fronte non si può accertare il coinvolgimento di Claudio Lotito (Tutto Napoli)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr