Covid, l’Ausl “Da lunedì in farmacia i tamponi anche per fine isolamenti”

Covid, l’Ausl “Da lunedì in farmacia i tamponi anche per fine isolamenti”
ReggioSera.it INTERNO

L’Ausl conclude sottolineando che “una volta messo a regime questo sistema di prenotazione, la stessa modalità verrà utilizzata anche per i tamponi di fine isolamento”.

Una dichiarazione, quella dell’Ausl, un po’ sorprendente perché, fino alla settimana scorsa l’azienda sanitaria aveva invitato i cittadini a non andare in farmacia a partire da lunedì per i tamponi di fine isolamento e quarantena perché le farmacie non erano ancora pronta e aveva annunciato l’intenzione di consentire solo tamponi di fine quarantena nelle farmacie. (ReggioSera.it)

Ne parlano anche altre testate

Per questa categoria è necessario presentarsi muniti del documento (cartaceo o digitale) di apertura della quarantena. COSA SUCCEDE SE IL TEST È POSITIVO. Nel caso di test eseguito per screening: il risultato viene registrato sul Portale Farmacie e il Dipartimento di Sanità Pubblica si fa carico della gestione del caso. (ravennanotizie.it)

Preferiamo che siano loro a occuparsi di tutti i casi asintomatici che aspettano di decretare la fine della quarantena con un tampone Il nostro obiettivo, nella tutela delle farmacie stesse, è quello di far gestire a loro la chiusura della quarantena attraverso i tamponi. (il Resto del Carlino)

È filato tutto liscio dal punto di vista organizzativo, senza assembramenti e con attese di un’oretta al massimo". Anche ieri non sono stati comunicati i casi divisi per Comune (il Resto del Carlino)

Covid, l’ira della Lega: “In farmacia solo tamponi fine quarantena”

Con l’Asl stiamo cercando di definire con chiarezza alcuni aspetti che riteniamo debbano essere sottolineati: i pazienti sintomatici devono essere testati non in farmacia ma attraverso altri canali, come i drive through» In caso di esito negativo, entro 24 ore il Green Pass sarà riattivato automaticamente, se è positivo invece, la farmacia potrà già fornire l’appuntamento per il test di chiusura. (La Nuova Ferrara)

Ma sono comunque troppi», racconta Achille Gallina Toschi, presidente di Ferderfarma Bologna. Cambiano le regole per la fine dell’isolamento (da ieri basta un test rapido negativo alla fine della quarantena) e il risultato, prevedibile, sono state le code davanti alle farmacie. (Corriere della Sera)

Addirittura qualche farmacia in modo esemplare aveva da subito cominciato ad effettuare questo servizio, invece è arrivata l’incomprensibile decisione dell’Ausl che blocca tutto lasciando le farmacie sul territorio incredule davanti a questo ennesimo caos gestionale”. (ReggioSera.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr