Il Nobel per l'economia a studi empirici sul lavoro

Il Nobel per l'economia a studi empirici sul lavoro
Vatican News ESTERI

Card, "ha analizzato gli effetti sul mercato del lavoro di salari minimi, immigrazione e istruzione".

Questo Premio Nobel in fondo ricorda – afferma Guerrieri – che servono attenzione e studi fattuali

Il canadese David Card e gli statunitensi Joshua D. Angrist e Guido W. Imbens sono i vincitori del Premio Nobel per l’economia 2021.

David Card - spiega - ha analizzato gli effetti sul mercato del lavoro di salari minimi, immigrazione e istruzione. (Vatican News)

La notizia riportata su altre testate

«I suoi studi dei primi anni ‘90 hanno sfidato la saggezza convenzionale, portando a nuove analisi e ulteriori intuizioni». In conclusione «gli studi di Card su questioni fondamentali per la società, e i contributi metodologici di Angrist e Imbens, hanno mostrato che gli esperimenti in sul campo sono una ricca fonte di conoscenza (Corriere della Sera)

Nel 2020 è andato agli economisti dell’Università di Stanford Paul R. Milgrom e Robert B. Wilson Tutti i tre economisti insigniti del premio insegnano negli Stati Uniti, rispettivamente alla University of California (Card), Mit (Angrist) e Stanford (Imbens). (Il Sole 24 ORE)

Angrist, Card e Imbens hanno grandemente contribuito all’utilizzo di metodi sperimentali nelle scienze sociali. Il metodo di Card. Un esempio di questo metodo è nel lavoro di David Card (con Alan Krueger) nell’identificare gli effetti sull’occupazione di un aumento del salario minimo. (Lavoce.info)

Il Premio Nobel per l'Economia a David Card, Joshua D. Angrist e Imbens

I risultati hanno mostrato, tra le altre cose, che aumentare il salario minimo non porta necessariamente a meno posti di lavoro Card, Angrist e Imbens, spiega l'Accademia reale svedese delle Scienze, "hanno fornito nuove intuizioni sul mercato del lavoro e mostrato quali conclusioni su causa ed effetto possono essere tratte dagli esperimenti sul campo. (AGI - Agenzia Italia)

E cioè di studiare l’effetto dell’aumento del salario minimo non sul mercato del lavoro in aggregato, ma proprio sulle persone (e le imprese) che sono toccate dalla riforma. Card ha firmato i suoi lavori citati dal comitato con un altro economista super star, Alan Krueger, che però si è suicidato nel 2019. (Domani)

David Card, Joshua D. Angrist e Guido W. Imbens hanno ricevuto il Premio Nobel per l’Economia 2021: il primo è stato premiato per i suoi studi sull’economia del lavoro, Angrist e Imbens per i loro studi legati all’analisi delle relazioni causali. (News Mondo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr