Complotti scaturiti su internet in vent’anni dopo l’attentato alle Torri Gemelle

Complotti scaturiti su internet in vent’anni dopo l’attentato alle Torri Gemelle
Per saperne di più:
Fidelity News ESTERI

Nel 2004, in un film-documentario del regista americano Michael Moore – “Farenheit 9/11” – si parla di varie tesi cospirazionistiche

Ma chi aveva interesse effettivamente a far sparire le Twin Towers per interessi economici o altro scopo?

Cade il ventennale dell’attentato alle Torri Gemelle a New York, in questi anni ci sono state varie tesi complottistiche che approdate sui social network tramite meme e diffusione informatica su Facebook hanno provocato non poche polemiche. (Fidelity News)

Su altre testate

Alle ore 8.46 l’American Airlines 11 si schiantò a tutta velocità (a 710 km l’ora) sulla Torre Nord del World Trade Center. Il crollo delle Torri Gemelle, 2977 morti, più di 6 mila feriti, un tragico evento che cambiò il corso della storia. (TG24.info)

Neveloff vide, attraverso la finestra, una gigantesca nuvola di fumo sollevarsi da una delle Torri gemelle, al World Trade Center. Il numero ‘4’ nel 2013, seguito l’anno dopo dal One World Trade Center, che i newyorkesi chiamano Freedom Tower. (L'agone)

Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. (Merate Online)

Scala: celebrazioni per i 20 anni dell'attentato alle Torri Gemelle

Mi trovo quasi per caso nella redazione del «Corriere» quando un aereo colpisce la prima delle Torri Gemelle: ricordo lo stupore, le prime supposizioni (si parlava di un incidente), l’incredulità dei giornalisti presenti. (Corriere della Sera)

Le istituzioni italiane ed europee ricordano l'11 settembre di 20 anni fa e commemorano le vittime nell'anniversario di quella tragedia. il presidente Biden ha lanciato un appello all'unità. (America Oggi)

Decine di donne e bambini afghani sono stati accolti in Campania e tanti ancora, grazie alla rete solidale dei comuni, che cresce ogni giorno, speriamo di accoglierne Nel mio saluto a nome della Regione Campania, ho voluto ringraziare il sindaco Luigi Mansi con la sua comunità che si è resa protagonista di ben 19 edizioni di Scala incontra New York, durante le quali, grazie alla magistrale regia di Padre Enzo Fortunato, centinaia di personalità rappresentanti dei diversi mondi si sono confrontate e concentrate sull’antidoto alle guerre: LA PACE. (Tvcity)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr