AstraZeneca, Aifa: "Non ci sono trattamenti preventivi contro i rari episodi trombotici"

AstraZeneca, Aifa: Non ci sono trattamenti preventivi contro i rari episodi trombotici
Rai News SALUTE

Al momento non esistono dati sul rischio correlato alla seconda dose in quanto al momento essa è stata somministrata solo ad un numero limitato di soggetti".

"Al momento non sono stati identificati analoghi segnali di rischio" di trombosi rare "per i vaccini a mRna" contro Covid-19, come quelli di Pfizer/BioNTech e di Moderna, precisa la Commissione tecnico scientifica nell'allegato alla circolare con cui il ministero della Salute aggiorna le indicazioni per l'uso del vaccino anti-Covid di AstraZeneca, ora suggerito in via preferenziale per gli over 60. (Rai News)

Se ne è parlato anche su altre testate

Lo studio dell'Aifa AstraZeneca, in Itaia, sarà somministrato solamente agli over 60: ma chi ha più di 60 anni rischia la trombosi? Lo studio dell’Aifa. L’Agenzia italiana del farmaco ha reso noto di non aver riscontrato, negli over 60, l’associazione con eventi trombotici. (Virgilio Notizie)

Lo afferma la Commissione tecnico scientifica Cts dell’Aifa nel parere sul vaccino di AstraZeneca, in relazione ai casi di trombosi rare segnalati a seguito della somministrazione dello stesso vaccino. (Orizzonte Scuola)

E’ stata fatta una review dei 79 casi di trombosi e nessuno si è verificato nella seconda vaccinazione. Ma il presidente dell'Aifa ha precisato che anche i non over 60 sono "liberi di farlo, firmando il consenso informato". (Adnkronos)

AstraZeneca e trombosi, news Aifa: cosa cambia in Italia

Anche se ieri, in aiuto del vaccino anglo-svedese, arriva anche l'Oms che esclude, al momento, legami tra trombosi e vaccino AstraZeneca. Fino ad ora, il Regno Unito ha registrato 30 trombosi sospette e 7 decessi su 18,1 milioni di dosi somministrate a causa di rari trombi sviluppati dopo il vaccino (ilGiornale.it)

Non è invece ancora possibile esprimere un giudizio in merito ad altri vaccini che utilizzano piattaforme vaccinali virali” LA CIRCOLARE. 08 APR - Il Ministero della Salute ha diramato oggi la circolare annunciata ieri da Giovanni Rezza “ribadendo che il vaccino Vaxzevria (AstraZeneca ndr. (Quotidiano Sanità)

"Sono in corso e saranno implementati studi di approfondimento in merito al possibile meccanismo patogenetico sottostante", al momento non ancora chiarito Lo comunica la Commissione tecnico scientifica dell'Agenzia italiana del farmaco Aifa, nell'allegato alla circolare. (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr