Rabbia per la Catalogna mai nata, Pablo Hasél ha solo aperto il vaso di Pandora

Rabbia per la Catalogna mai nata, Pablo Hasél ha solo aperto il vaso di Pandora
L'HuffPost ESTERI

Il professor Forti tiene a sottolinearlo più volte questo elemento, in quanto spiega molto del sentimento di queste proteste.

”E di questi fanno parte anche appartenenti alla classe media, non solo i figli delle famiglie più povere.

“Barcellona è storicamente una città più calda rispetto alle altre e manifestazioni di questo tipo si sono viste periodicamente”

Molte di quelle persone giovani - giovanissimi - delle manifestazioni di fine 2019 si ritrovano in piazza oggi”. (L'HuffPost)

La notizia riportata su altri giornali

Pugno chiuso e sguardo di sfida, mentre lo portavano in cella Hasel ha gridato: "Morte allo Stato fascista". Questa volta, niente estelades, le bandiere indipendentiste, e molta più rabbia contro la polizia (la Repubblica)

L'arresto di Pablo Hasél. Quarto giorno di proteste, quattro manifestanti arrestati durante gli scontri di piazza in diverse città spagnole. (Sputnik Italia)

Manifestazioni sono state convocate in tutto lo stato spagnolo. Si tratta della prima mobilitazione massiva dall’inizio della pandemia, e in un certo senso marca l’inizio di un ciclo (DinamoPress)

Spagna, proteste per l’arresto del rapper Pablo Hasél: il governo Sanchez diviso

Tra gli immobili danneggiati, anche l’emblematico Palau de la Música, sala concerti modernista proclamata patrimonio dell’Unesco. I Mossos hanno denunciato di esser stati lasciati soli ad affrontare le tensioni del momento e hanno chiesto di non essere «strumentalizzati» politicamente (Corriere del Ticino)

La polizia catalana ha chiesto alla cittadinanza di non avvicinarsi al centro della città perché alcuni manifestanti "lanciano pietre e bottiglie" ed erigono barricate. Circa mille persone - secondo la polizia municipale - si sono riunite vicino alla stazione di Sants e hanno marciato verso il centro. (Sky Tg24 )

Le elezioni catalane – La vicenda Hasél ha cambiato le carte in gioco nella trattativa per la formazione di un nuovo governo in Catalogna La politica è divisa tra chi si schiera a favore delle forze dell’ordine e chi le condanna per la violenza perpetrata sui manifestanti. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr