I talebani: «Le donne non possono fare i ministri, devono stare a casa e fare figli»

I talebani: «Le donne non possono fare i ministri, devono stare a casa e fare figli»
leggo.it ESTERI

Non è e non sarà facile la situazione delle donne in Afghanistan sotto il regime dei talebani.

In questo momento, Shaheen ha detto di sperare che Pechino si faccia avanti e aiuti il popolo afghano fornendo assistenza umanitaria

«Una donna non può fare il ministro - ha detto in un'intervista alla rete afgana Tolo News -.

«Le donne che protestano non rappresentano tutte le donne afghane», ha aggiunto il portavoce. (leggo.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

«Le voci secondo cui la cerimonia di inaugurazione avrà luogo domani non sono vere», ha scritto su Twitter un membro dell’esecutivo di transizione. La cerimonia di insediamento del nuovo governo dei talebani non si terrà domani, 11 settembre, nel giorno del ventennale dell’attentato alle torri gemelle. (Open)

Mentre Washington e Bruxelles trasecolano all’assenza di donne nel governo, il governo dice che le donne non devono lavorare, devono stare a casa a fare figli. (MARCUS YAM / LOS ANGELES TIMES) (Photo: Marcus Yam via Los Angeles Times via Getty Imag). (Yahoo Notizie)

Afghanistan, il dramma delle bimbe: “Schiaffi dai talebani a scuola”. Afghanistan sempre più nel terrore per donne anche giovanissime. Z. ha quindi proseguito nella sua testimonianza spiegando cosa devono affrontare le bambine in Afghanistan. (Newsby)

Afghanistan, ritorno al passato: ecco i divieti imposti alle donne

Alle donne è stato vietato lavorare, a meno che siano insegnanti o dottoresse. Lo sport è stato vietato alle donne. (Radio Bullets)

Vent’anni fa, la notte tra l’11 e il 12 settembre, alcuni missili americani lanciati da da caccia F35 americani colpirono alcuni obiettivi a Kabul e in altre zone dell’Afghanistan. Se non ci fosse stato un 11 settembre, il governo talebano non sarebbe caduto, i militari di mezzo mondo sotto l’egida dell’Onu, in Afghanistan non ci sarebbero mai andati. (Cronaca Qui)

- Divieto di bagni pubblici femminili. - Divieto per uomini e donne di viaggiare sugli stessi bus. I bus pubblici sono ora stati nominati 'solo per uomini' o 'solo per donne'. - Divieto di pantaloni larghi anche sotto un burqa. (Rai News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr