Altro che svolta “green” | il governo Draghi accontenta Salvini e rinvia la plastic tax

Altro che svolta “green” | il governo Draghi accontenta Salvini e rinvia la plastic tax
Zazoom Blog INTERNO

A esultare per la decisione del rinvio della plastic tax è il leader della Lega Matteo Salvini, che si intesta il merito della decisione: “Grazie alla Lega ed al governo, rinviata .

Ecco perché. . ma non si può certo sollevare da colpe Wojciech Szczesny, tutt'altro che irresistibile sul tiro di Nahuel Molina

Il provvedimento contro l’inquinamento slitta così di altri sei mesi: entrerà in vigore il primo gennaio 2022 e non più il primo luglio di quest’anno. (Zazoom Blog)

La notizia riportata su altre testate

É la direzione nella quale l’Ue ha indicato molto chiaramente, il piano va in quella direzione della digitalizzazione e del green e tocca parti importanti come la ricerca”. Così Francesco Starace, ad e dg Enel al webinar ‘Obbligati a Crescere. (LaPresse)

Roma, 5 mag. (LaPresse) – Sul sito della presidenza del Consiglio è stato pubblicato il testo ufficiale del Piano nazionale di ripresa e resilienza, trasmesso alla Commissione europea. (LaPresse)

“Volendo essere tendenziosi – continua – sembra che Draghi conoscesse la condizione dell’ATI della provincia di Agrigento per avere proceduto all’abrogazione del famigerato art. 147, comma 2/bis del decreto legislativo 152/2006, introducendo nel PNRR ( Piano Nazionale Rinascita Resilienza) l’art. (Risoluto)

Fedez e Primo maggio, Draghi: nella partita delle nomine in Rai esperienza e competenza

Lo scorso 1 maggio, persone giunte via mare sulle coste italiane, sono state ben 997. Nel 2021, in Italia, si è superata la quota di diecimila sbarchi di migranti. (La Voce del Patriota)

E, adesso, si parla di un’ulteriore modifica per includere siderurgia e automotive, come abbiamo già avuto modo di commentare. In tutti questi ambiti, Palazzo Chigi può intervenire su una varietà di operazioni societarie, autorizzandole, bloccandole o assoggettandole a prescrizioni. (L'Opinione)

Fonti certe, però, assicurano che Draghi stia vagliando altre strade, puntando forse su un profilo di alta dirigenza o un nome più tecnico, o uno che ristabilisca gli equilibri della tv pubblica Molti i nomi ipotizzati, Tinny Andreatta, tra questi, che con un passato in Rai e oggi potenza del colosso Netflix ha fatto parlare di sé. (Il Quotidiano Italiano - Nazionale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr