Contributo a fondo perduto per le imprese nel decreto Rilancio: requisiti e come ottenerlo

QuiFinanza QuiFinanza (Economia)

Contributo fondo perduto, i requisiti. Il contributo a fondo perduto spetta a condizione che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 sia inferiore ai due terzi dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019.

Su altri giornali

Di questi, oltre 3 miliardi andranno ai soggetti con ricavi e compensi nel periodo d’imposta precedente non superiori a 400.000 euro; 1,143 mld ai soggetti con ricavi o compensi tra 400.001 euro e 1.000.000 di euro; 1, 874 mld a soggetti tra 1.000.001 euro e 5.000.000 di euro. (QuiFinanza)

In particolare, sono sintetizzateintrodotte dal decreto legge per aiutare famiglie e imprese a fronteggiare i disagi causati dall'emergenza del coronavirus. Il contributo riconosciuto non concorrerà alla formazione della base imponibile delle imposte sui redditi, né alla formazione del valore della produzione netta, ai fini Irap. (Leggo.it)

Dunque per chi ha fatturati medio-alti e ha subìto un importate calo del reddito a causa del Coronavirus, effettivamente il contributo a fondo perduto potrebbe avere un grosso appeal. «La modifica appena apportata al Dl "Rilancio" è una conferma della scarsa consapevolezza dei problemi di milioni di lavoratori. (professioneArchitetto)

Tra le prime operazioni di compiere è opportuno verificare se il contribuente rientra fra i soggetti ammessi dall'articolo 25 al contributo a fondo perduto. Il contributo a fondo perduto può attendere. (Italia Oggi)

Infine, il contributo concesso verrà erogato a cura dell’Agenzia delle Entrate con accredito diretto sul conto corrente del beneficiario. Il Decreto Legge Rilancio ha introdotto [1] tra le misure di sostegno per la crisi economica provocata dal Coronavirus, un contributo a fondo perduto per le piccole e medie imprese e per i lavoratori autonomi titolari di partita Iva. (La Legge per Tutti)

La domanda per il contributo a fondo perduto dovrà essere presentata all’Agenzia delle Entrate, dopo che avrà approntato il portale. I contributi a fondo perduto del decreto Rilancio. Il decreto Rilancio prevede un contributo a fondo perduto per i titolari di partite Iva, a certe condizioni. (Commercialista Telematico)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr