Whirlpool, blitz dei lavoratori in stazione a Napoli: bloccati i treni in partenza e in arrivo

Whirlpool, blitz dei lavoratori in stazione a Napoli: bloccati i treni in partenza e in arrivo
leggo.it INTERNO

Gli operai hanno raggiunto i binari dei treni ad alte velocità allo scopo di bloccare i convogli in partenza e in arrivo nella città partenopea.

«Ci possiamo solo scusare per i disagi ma per le lavoratrici e i lavoratori della Whirlpool Napoli non si può accettare l'arroganza della multinazionale di ricorrere ai licenziamenti collettivi dopo due anni di lotta

Molti lavoratori indossano la maglia bianca con la scritta «Whirlpool Napoli non molla» che ha caratterizzato tutte le forme di protesta messe in atto negli ultimi due anni. (leggo.it)

Su altri media

Prosegue la vertenza riguardante lo stabilimento di via Argine, chiuso dalla multinazionale. Un gruppo di lavoratori dello stabilimento Whirlpool di via Argine a Ponticelli ha operato un blitz alla stazione centrale di Napoli (NapoliToday)

Blitz di 150 lavoratori della Whirlpool nella stazione Centrale di Napoli per protestare contro i licenziamenti della multinazionale. Gli operai hanno raggiunto i binari dei treni ad alte velocità per bloccare i convogli in partenza e in arrivo a Napoli. (La Repubblica)

«Orabisogna fare sul serio per evitare la catastrofe - urlano in coro - La protesta di oggi è l’ennesima dimostrazione di come siamo intenzionati a non tirarci indietro. Tornano in piazza gli uomini e le donne della Whirlpool e, in attesa dell’assemblea in fabbrica prevista per oggi pomeriggio, occupano i binari della stazione centrale di Napoli con striscioni e cartelloni e lo slogan che li ha accompagnati in questi anni: «Napoli non molla». (ilmattino.it)

Whirlpool, un dramma collettivo

Al rientro in stazione solidarietà e applausi dai viaggiatori. Un blitz in piena regola per occupare i binari della stazione centrale di Piazza Garibaldi. Ennesima protesta dei lavoratori licenziati dall'azienda. (NapoliToday)

La verità – concludono i sindacati – è che molte aziende, non solo Whirlpool, stavano solo aspettando lo sblocco dei licenziamenti, ma è assurdo che queste aziende prima prendano i soldi dei contribuenti e poi vadano ad investire all’estero” Tornano a protestare gli operai della Whirlpool di Napoli che questa mattina hanno occupato i binari dell’alta velocità nella stazione centrale del capoluogo campano obbligando Trenitalia a sospendere arrivi e partenze. (Il Fatto Quotidiano)

Qui senza lavoro si finisce a faticare a nero, privi di garanzie e sicurezza, si finisce sfruttati per poco e niente, se va bene. Draghi ha parlato di sgarbo, ma è parola assai leggera per l’occasione, ci sarebbe invece da parlare di disastro. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr