Padre di un politico operato quando gli interventi erano sospesi: indaga la Procura

Aosta Oggi INTERNO

Gli accertamenti avviati dalla procura intendono verificare se l'intervento in questione rientrasse tra quelli possibili in quel periodo oppure se l'operazione sia stata effettuata per via della parentela con il politico, eventualmente anche a scapito di altri pazienti.

Il paziente, padre di un consigliere regionale, è stato sottoposto ad un trattamento per un problema oncologico lo scorso mese di aprile. (Aosta Oggi)

Su altre testate

I nuovi contagi portano il totale dei casi positivi da inizio emergenza a 11.637 unità. I guariti sono saliti di 29 persone rispetto a ieri raggiungendo quota 11.035. (Adnkronos)

Per «salutare» quello che è stato un reparto Covid fuori sede dell’ospedale Parini, si è svolta oggi a palazzo regionale la cerimonia di commiato. All’interno della struttura hanno lavorato operatori sanitari dell’Esercito, oltre a 18 unità logistiche: nello specifico un medico responsabile della struttura, quattro medici, nove infermieri, tre operatori socio-sanitari e otto operatori logistici della Sanità. (La Stampa)

Ancora aperte le adesioni agli Open Day del 9 - 12 giugno. AOSTA. Covid, in Valle d'Aosta prenotazioni di massa «in fase di avvio». (Aosta Oggi)

La data stimata è quella del 6 settembre, in ritardo rispetto alla media nazionale (1° settembre) e rispetto alle previsioni del governo di raggiungere l'obiettivo ad agosto. Tempi più lunghi per la Provincia di Trento: secondo le proiezioni, con il trend attuale l'immunità arriverà non prima del 30 settembre (Aosta Oggi)

Quando e se mai la Giunta avrà le idee chiare ed un progetto diverso allora ne discuteremo in Consiglio e con i cittadini A luglio 2020 l’accesso agli spogliatoi è stato dichiarato inagibile dal tecnico dell’ufficio dello sport. (Valledaostaglocal.it)

Erano stati indagati solo per epidemia colposa, riguardo a un focolaio tra il febbraio e il marzo scorsi all'interno Centro riabilitativo terapeutico Residenza Dahu di Brusson, Ivonne Cheney, Nicoletta Spuria, e Ugo Zamburru (rispettivamente in qualità di dipendente della struttura, coordinatrice e direttore sanitario). (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr