Covid: quanto dura l'immunità? Nove mesi. Ma con il vaccino si arriva a un anno

Covid: quanto dura l'immunità? Nove mesi. Ma con il vaccino si arriva a un anno
IL GIORNO SALUTE

“Se la durata fosse confermata”, si legge in un articolo dedicato al tema, “l'immunità indotta dai vaccini potrebbe valere addirittura da un anno all'altro”.

Ed è per questo che lo schermo del vaccino, di qualunque azienda esso sia, potrebbe durare almeno un anno.

Nessuno, quindi, può al momento garantire uno “schermo” totale

C'è differenza fra l'immunità che si ottiene dopo aver ricevuto il vaccino e quella che “protegge” chi è stato già colpito dal virus?

Il virus, quindi, potrà diventare endemico, come le normali influenze. (IL GIORNO)

Su altri giornali

Non sono mancate multe per sforamento degli orari dei parcheggi che hanno alimentato le proteste, denunce per quanto stava accadendo ed anche l’intervento delle forze dell’ordine. Le prenotazioni fissate fino a maggio da rinviare o cancellare, i richiami per almeno 2 milioni e 300mila italiani da gestire, le fasce d’età da rivedere (BlogSicilia.it)

Che costa soltanto 2 euro a dose, non è allineato (Pfizer 12 euro, Moderna 15 euro, J&J 8,5 euro, ndr)". I risultati del 20 luglio scorso riportavano su Lancet questa conclusione: "Non sono stati osservati eventi avversi gravi legati alla somministrazione del vaccino". (Quotidiano.net)

VIDEO Vaccini, Zaia: “Pfizer non ne abbiamo. «Ora non so se sono stata effettivamente immunizzata con la seconda dose», ha affermato (ilmessaggero.it)

La Francia ha iniziato a prodursi in casa il vaccino Pfizer-Biontech

La Provincia Autonoma di Bolzano ha invece aperto le prenotazioni a over 75 e over 80, nessuna notizia sulle persone fragili. Vaccini Covid: AstraZeneca agli over 65. Nel frattempo si amplia il raggio d’azione dei vaccini impiegati per immunizzare la popolazione (LeggiOggi.it - Tutto su fisco, welfare, pensioni, lavoro e concorsi)

Prenotazioni vaccini, i centri Pfizer verso il tutto esaurito. Coronavirus - Già ferma la casa della salute di Bagnoregio: da due giorni niente più appuntamenti - Oggi il superamento delle 57mila somministrazioni (Tuscia Web)

Si comincia oggi con i primi vaccini Pfizer/BioNTech prodotti nel sito Delpharm a Saint-Rémy-sur-Avre", ha twittato Macron. I vaccini, che saranno infialati dall’azienda Delpharm in uno stabilimento situato nel dipartimento di Eure-et-Loir, saranno in parte esportati all’estero. (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr