Mario Draghi, la condizione per restare a Palazzo Chigi: "Solo con Giuliano Amato o Mattarella al Quirinale"

Mario Draghi, la condizione per restare a Palazzo Chigi: Solo con Giuliano Amato o Mattarella al Quirinale
Liberoquotidiano.it INTERNO

Spiegano che lui, per restare a palazzo Chigi, vorrebbe avere un presidente della repubblica del quale ha stima e che ritiene all'altezza del compito.

È dagli uffici di Berlusconi che parte: «Forza Italia non si sente vincolata a soste- nere alcun ` governo senza Draghi, e, nel caso, uscirebbe dalla maggioranza».

Non Mario Draghi, per carità, ma alcuni dei suoi, perché pure lì dentro ce ne sono di più realisti del re. (Liberoquotidiano.it)

La notizia riportata su altri giornali

In questo senso sono stati fatti diversi nomi, come quelli di Marcello Pera, Pier Ferdinando Casini e Marta Cartabia, che hanno ricoperto alti incarichi istituzionali". (LiberoQuotidiano.it)

12 gennaio 2022 a. a. a. Roma, 12 gen. - (Adnkronos) - L'imminente voto per il presidente della Repubblica "potrebbe avere implicazioni per la stabilità del governo e per il programma di riforme dell'Italia" e il passaggio di Mario Draghi da Palazzo Chigi al Quirinale potrebbe "mettere in crisi la stabilità dell'esecutivo dal momento che i successori disponibili potrebbero avere difficoltà a ottenere il sostegno della stessa maggioranza" in un Parlamento "frammentato" come quello attuale. (LiberoQuotidiano.it)

Draghi preoccupato per il governo: resterà in silenzio fino al voto sul Colle di Tommaso Ciriaco. La scelta del premier di fronte ai segnali di sfaldamento dell’unità nazionale. Veto di Lega e M5S su Amato (La Repubblica)

Quirinale, nel Pd l'operazione "salvate il soldato Draghi". E torna la speranza del Mattarella bis

colleghi severi. Qualcuno si chiede: il capo del Governo vuole stabilire di cosa si può parlare e su cosa i giornalisti possono porre domande? I giornalisti che possono fare domande vengono estratti a sorte (non pubblicamente) dal suo ufficio stampa. (ProfessioneReporter)

Oppure Marcello Pera, filosofo, ex presidente del Senato e membro di Forza Italia, il partito fondato da Silvio Berlusconi In Italia c’è il Covid, il calcio e poi le imminenti elezioni presidenziali, molto meno importanti che d’oltralpe, ma di un certo valore simbolico. (oggiurnal)

Letta: "Se non ci sbrighiamo a trovare una figura istituzionale e super partes, la situazione rischia di avvitarsi" Quirinale, nel Pd l'operazione "salvate il soldato Draghi". (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr