Sicilia, reddito di cittadinanza:102 persone denunciate per irregolarità nella percezione del beneficio

Sicilia Reporter INTERNO

i Carabinieri della Compagnia di Taormina hanno denunciato complessivamente 20 persone.

i Carabinieri della Compagnia di Patti hanno denunciato 5 uomini con precedenti di polizia, di età compresa tra i 22 ed i 67 anni.

In particolare sono al vaglio della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Messina, diretta dal Procuratore, dott.

i Carabinieri della Compagnia di Sant’Agata di Militello hanno segnalato 15 persone, di età compresa tra i 27 ed i 67 anni, percettori del reddito di cittadinanza senza averne titolo

Emanuele Crescenti e 21 soggetti, 15 uomini e 6 donne, sono stati segnalati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Patti (ME) diretta dal Procuratore dott. (Sicilia Reporter)

Se ne è parlato anche su altri giornali

APPROFONDIMENTI L'INDAGINE Scoperta una maxi evasione di oltre 45 milioni di euro, scattano. (ilmattino.it)

Sicilia, mille furbetti del doppio reddito di cittadinanza. Il fenomeno degli emigrati che si trasferiscono in Belgio, Germania e Olanda ma evitano di registrarsi all’Aire permette di percepire doppio reddito di cittadinanza, ottenendo il sussidio anche in quei Paesi europei e non solo in Italia. (Notizie.it )

Così si percepisce il Reddito di Cittadinanza due volte. Con il risultato che il furbetto del Reddito di Cittadinanza andrebbe a intascarsi potenzialmente un corrispettivo di oltre 2 mila euro al mese (ContoCorrenteOnline.it)

In alcuni casi gli indagati non hanno comunicato di essere sottoposti a misure cautelari personali, oppure avevano omesso di comunicare la sottoposizione a misura cautelare di uno dei componenti del nucleo familiare. (siciliareport.it)

Nei guai un ventenne incensurato I Carabinieri di Ronco Scrivia, ieri pomeriggio, al termine di accurati accertamenti, hanno deferito all’Autorità Giudiziaria un 20 enne romeno incensurato, per il reato in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni e falsità materiale commessa da privato. (GenovaQuotidiana)

In Regione infatti circa il 26% dei percettori di reddito di cittadinanza che hanno stipulato il patto per il lavoro ha contratto almeno un rapporto successivo alla data della sottoscrizione. L’uomo, al fine di ottenere indebitamente il beneficio del reddito di cittadinanza, produceva false dichiarazioni relative al suo soggiorno in Italia. (Genova24.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr