Novità pensioni 2021: Draghi e le proposte dopo Quota 100

Novità pensioni 2021: Draghi e le proposte dopo Quota 100
Citizen Post INTERNO

Novità pensioni 2021: necessaria riforma pensionistica. Nonostante INPS abbia ottenuto, nel 2020, 1.8 milioni in più, l’eredità di Quota 100 continuerà a gravare sui conti pubblici fino al 2035.

L’idea sarebbe quella di dividere in due parti la quota pensione: retributiva e contributiva.

Il Governo Draghi, oltre ad affrontare i problemi dovuti alla pandemia di coronavirus, dovrà far fronte alla fine di Quota 100. (Citizen Post)

Se ne è parlato anche su altri giornali

E chi avrà più benefici | LE MISURE Sono in gioco “le vite degli italiani, il destino del Paese, la sua credibilità”, ha detto il premier Mario Draghi parlando del Recovery plan approvato venerdì dall’esecutivo. (LE IENE)

Se invece la giustificazione del tardivo ritardo nel far aprire a cena è l'andamento epidemiologico, non ci siamo proprio. A meno che nei prossimi incentivi non sarà concesso ai cittadini un bonus per l'acquisto di bicarbonato, da utilizzare dopo cene frettolosamente consumate (Italia Oggi)

Roma, 27 aprile 2021 "Per quanto riguarda Roma il Pnrr prevede un'iniziativa specifica da 500 milioni di euro per valorizzare il patrimonio della città", così il presidente del Consiglio Draghi alla Camera. (Corriere della Sera)

Tutte le sfide del Recovery Plan

Il Piano nazionale di ripresa e resilienza da 248 miliardi è pronto. Da Bruxelles arriveranno 191, 5 miliardi di euro, finanziati attraverso il Dispositivo per la ripresa e la resilienza, 15, 5 miliardi del Fondo sviluppo e coesione e 26 miliardi da destinare alla realizzazione di opere specifiche. (La Nuova Ferrara)

Peraltro dentro un sistema istituzionale di fatto miope e iniquo come è il federalismo della irresponsabilità all’italiana che blocca all’origine la possibilità di fare investimenti pubblici. Gli stessi problemi si ripropongono al cubo nelle gestioni camaleontiche dei venti staterelli chiamati Regioni con punte di straordinaria inefficienza al Nord come al Sud. (Quotidiano del Sud)

In ogni caso, la valutazione sul Recovery Plan è positiva, soprattutto su alcune cose fondamentali: digitale, transizione ecologica e istruzione. Poi bisognerà scatenare le energie della pubblica amministrazione e dei privati (Startmag Web magazine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr