Msc: ad Aponte il controllo di Ita con partner Lufthansa - Positanonews

Positanonews ECONOMIA

Msc: ad Aponte il controllo di Ita con partner Lufthansa.

Msc Crociere e Lufthansa scendono in campo per Ita Airways, con un piano di volo in linea di massima già definito.

Dal punto di vista dell’assetto di vertice, è probabile che il nuovo ad di Ita sia espresso da Msc mentre Lufthansa vorrebbe poteri di volo tipicamente industriali, legati al network e all’esclusiva della partnership.

Anche perché sia Msc sia Lufthansa avevano avvertito per tempo il ministro Daniele Franco dell’intenzione di rilevare la compagnia tricolore con una mossa concordata

Della quota di maggioranza sicuramente il gruppo Aponte avrà circa il 45-50%, il residuo 20-25% Lufthansa, secondo un dosaggio azionario che risulterà gradito al governo per blindare l’italianità dell’operazione. (Positanonews)

Se ne è parlato anche su altre testate

Dire oggi con certezza quale società si alleerà con Ita Airways è impossibile. Prove di intesa per un’alleanza dunque, giustificata da Delta Air Lines anche dal fatto che la società americana e l’ex Alitalia vantano una lunga storia assieme. (FormulaPassion.it)

Meganavi cargo, treni-merci, tir e ora aerei. Non conosce confini l'impero di Gianluigi Aponte, l'armatore di Sorrento capo di Mediterranean Shipping Company, meglio nota con l'acronimo Msc (L'HuffPost)

Nessuna certezza è possibile prima di capire dove MSC e Lufthansa, insieme, vogliono andare e che cosa vogliono fare di ITA. Di sicuro con l’acquisizione del controllo di ITA insieme a MSC, Lufthansa otterrebbe quindi alcuni importanti obiettivi. (Il Sussidiario.net)

Sondando alcuni analisti abbiamo raccolto una gamma di pareri che va da “nessuna sinergia” a “qualcuna” a “moltissime e strategiche, in prospettiva”. L’ultima svolta nella vicenda Ita/Alitalia è stata una sorpresa per quanto riguarda l’arrivo di Msc (un po’ meno quello di Lufthansa). (La Stampa)

Inizialmente la compagnia di bandiera tedesca pareva intenzionata (al netto delle smentite di prammatica) ad un ingresso nel 40% del capitale di Ita. All’incirca quello che, ad oggi, il governo ha investito in Ita per far risorgere una compagnia aerea nazionale. (Il Primato Nazionale)

Chiudendo a marzo il Tesoro risparmierebbe 400 milioni Ma il governo va avanti con Msc di Aldo Fontanarosa. Alfredo Altavilla, presidente esecutivo di Ita. La cessione della compagnia. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr