Smantellato gruppo antisemita e razzista in Italia: pronti attentati, c’era anche “Miss Hitler”

Per saperne di più:
Il Fatto Vesuviano INTERNO

Le indagini, avviate nel novembre 2019, si collocano in una più ampia strategia di contrasto ai fenomeni estremistici a vocazione suprematista che la Procura della Repubblica di Roma sta svolgendo nel distretto giudiziario avvalendosi del Ros – Reparto Anticrimine della Capitale

Un gruppo di razzisti e antisemiti di chiara ispirazione fascista smantellato questa mattina dai Ros.

Lo smantellamento del gruppo è quindi il risultato di un’indagine condotta dal Ros con il supporto in fase esecutiva dei Comandi Provinciali Carabinieri di Cagliari, Cosenza, Frosinone, Latina, L’Aquila, Milano, Roma e Sassari, che ha portato all’esecuzione di un’ordinanza una misura cautelare personale dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, disposta dal Gip presso il Tribunale di Roma su richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti di 12 indagati per i reati di associazione finalizzata alla propaganda e all’istigazione per motivi di discriminazione etnica e religiosa. (Il Fatto Vesuviano)

La notizia riportata su altre testate

Il professore dell’Unimol perquisito nelle scorse settimane per l’indagine sulle minacce e le offese al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Dobbiamo mantenere alta l’attenzione affinché il web non diventi punto di ritrovo e di proselitismo dei gruppi suprematisti” (isnews)

IL PRESENTE E' DA INTENDERSI COME L'UNICO E VERO GRUPPO DI ORDINE ARIO ROMANO Poi, la chiamata alle armi: "Ordine Ariano Romano è diventato il peggior incubo dei giudei d'Italia e tu italiano puoi contribuire a che tale incubo si trasformi in realtà", scrivevano. (la Repubblica)

Foto storiche con Hitler e i nazisti, bandiera con la svastica, tanti libri dell’epoca, album, raccolte enciclopiche: è il materiale nella mani dei carabinieri del Ros che hanno smantellato un gruppo denominato «Ordine ario romano», composto da militanti di età compresa tra i 26 e i 62 anni. (Corriere della Sera)

Roma, ecco Miss Hitler e il suo gruppo di neo nazisti: progettavano azioni violente, aggressioni razziste e bombe contro la Nato

Propaganda di idee naziste e antisemite, video e immagini dal contenuto razzista e discriminatorio, tesi negazioniste, istigazione a commettere azioni violente contro ebrei ed extracomunitari. Tra queste anche Francesca Rizzi, residente a Pozzo d'Adda, nota anche come "Miss Hitler", dopo che nel 2019 partecipò e vinse il concorso di bellezza svolto sul social network Vk. (Prima la Martesana)

Gli indagati, secondo le accuse, avevano appena iniziato a pianificare anche un’azione contro una struttura della Nato. Altri componenti del sodalizio intrattenevano relazioni invece con il gruppo di estrema destra portoghese «Nova ordem social» (Liberoquotidiano.it)

Due le pagine di Facebook e una community “VK”, riconducibili alla sigla “Ordine Ario Romano” e un gruppo WhatsApp denominato “Judenfreie Liga (O.A.R. Ieri mattina gli uomini del Raggruppamento operativo speciale hanno bussato anche alla porta di Francesca Rizzi, 38 anni, conosciuta dalla Digos come “Miss Hitler” che ha un’aquila nazista tatuata sulla parte alta della schiena. (leggo.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr