L'infermiere tuttofare che aveva bisogno di soldi

L'infermiere tuttofare che aveva bisogno di soldi
il Resto del Carlino INTERNO

Dai massaggi a domicilio che faceva in attesa di prendere la qualifica di osteopata ad istruttore di zumba passando per i tamponi che avrebbe fatto sempre su chiamata.

Sarebbe il denaro che Luchetti metteva da parte dai lavoretti in più.

A fine mese gli rimaneva poco, ecco quindi i problemi economici che lui stesso, nell’interrogatorio di garanzia davanti al gip, quello di giovedì, ha ammesso di avere. (il Resto del Carlino)

La notizia riportata su altri media

Vaccini bluff, l’infermiere confessa. «Sono pentito, ho ricevuto pressioni. Gli organizzatori sono altri». MAXI INCHIESTA - Emanuele Luchetti nel corso dell'interrogatorio di garanzia ha detto di essere solo un anello della catena. (Cronache Maceratesi)

È un fotogramma estrapolato una telecamera che gli agenti della Squadra Mobile di Ancona avevano installato nel corso delle indagini che hanno portato all’arresto di cinquanta persone per un giro di green pass indebitamente rilasciati. (Corriere della Sera)

“E’ dimostrato – fa sapere ancora la difesa dell’infermiere – che quando un medico, il dott. Stamattina, in carcere ad Ancona, affiancato dalla propria legale, avv. (Metropolis)

Buttava i vaccini nel cestino per far ottenere il Green Pass senza somministrazione: arrestato infermiere

«L'uomo - riferisce la sua legale Marta Balestra - ha deciso di rispondere alle domande nel corso dell'interrogatorio di garanzia. Un meccanismo che, secondo la legale, avrebbe completamente stravolto la sua personalità. (AnconaToday)

Un meccanismo nel quale si è trovato così tanto coinvolto da stravolgere quella che in realtà è la sua personalità. Sono ai domiciliari altre quattro persone che avrebbero portato i no vax dall’infermiere: si tratta di un avvocato anconetano, un imprenditore edile, un ristoratore di Civitanova e una commessa banconiera. (Redazione ETV Marche)

I poliziotti durante l’operazione hanno eseguito diverse perquisizioni e il sequestro di 18 mila euro per i profitti illeciti realizzati e dei certificati indebitamente rilasciati Per ottenere l’indebito rilascio del Green pass 50 persone ora devono rispondere dei reati di corruzione, falso ideologico e peculato. (Zerottouno News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr