Coronavirus e terza dose di vaccino, Pfizer: "Aumento notevole della efficacia"

AgrigentoNotizie ECONOMIA

Una cifra molto più alta dei 26 miliardi di dollari su cui il gruppo ha dichiarato di puntare a maggio

Pfizer non ha fornito ulteriori dettagli sullo studio di fase tre iniziato a luglio arruolando 10mila partecipanti.

La società prevede di pubblicare dati più definitivi sull'analisi nell'ambito delle discussioni in corso con FDA, EMA e altre autorità di regolamentazione nelle prossime settimane. (AgrigentoNotizie)

Su altre testate

Ovviamente non basterà lo studio di Pfizer per capire se sarà davvero necessaria la terza dose. Il vaccino Moderna, invece, sarebbe efficace al 90% contro il Covid-19 sintomatico e al 95% contro la malattia grave dopo sei mesi, ha detto la società in aprile (IVG.it)

Ma la percentuale diminuisce del 6% circa ogni due mesi, scendendo all’83,7% dopo circa quattro-sei mesi.” Non sono trascorse che dieci settimane appena, infatti, da quando le autorità sanitarie americane avevano fatto decadere l’obbligo di mascherina per i cittadini già vaccinati. (Il Veggente)

Secondo i dati dello studio, tra sette giorni e due mesi dopo la seconda dose, l’efficacia del vaccino contro il Covid-19 era del 96,2%; tra i due e i quattro mesi successivi, l’efficacia è calata al 90,1%; mentre da quattro a sei mesi dopo il completamento del ciclo vaccinale, l’efficacia è dell’83,7%. (Corriere dell'Umbria)

Il vaccino Moderna è efficace al 90% contro il Covid-19 sintomatico e al 95% contro la malattia grave dopo sei mesi, ha detto la società in aprile, ma Johnson & Johnson non ha rivelato i dati di efficacia a sei mesi, riferisce Stat News. (StatoQuotidiano.it)

Lo ha detto il direttore generale del ministero della Sanità Nachman Ash (LaPresse) – Gli israeliani di età pari o superiore a 60 anni potranno ricevere una terza dose del vaccino contro il Covid-19 a partire da domenica. (LaPresse)

Che passa inevitabilmente dalle vaccinazioni, quelle degli operatori scolastici – insegnanti, personale non docente – e quelle dei ragazzi dai 12 anni in su, i «vaccinabili» che abbracciano sostanzialmente la parte conclusiva delle scuole medie e tutto il quinquennio delle superiori. (L'Eco di Bergamo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr