Cosimo Franco un anno dopo: “Bisognava vaccinare prima i ragazzi, ora serve un lockdown”

Cosimo Franco un anno dopo: “Bisognava vaccinare prima i ragazzi, ora serve un lockdown”
Libertà SALUTE

Certo che sono ancora terrorizzato.

“In un anno il Covid si è portato via 90mila vite, peggio di una guerra mondiale.

Franco si dice terrorizzato dal virus esattamente come durante la prima ondata.

Franco vede nel lockdown l’unica soluzione al momento percorribile: “Non vedo altre soluzioni in questa fase

E’ il parere di Cosimo Franco, primario di Pneumologia dell’ospedale Guglielmo da Saliceto, interpellato da “Libertà” sullo stato dell’epidemia a un anno di distanza dallo scoppio. (Libertà)

Ne parlano anche altre fonti

Nel sito web, una volta selezionato il tasto “Prenota”, si deve accedere alla sezione “per i non deambulanti” dove ci si può iscrivere. Si verrà successivamente ricontattati per concordare la prenotazione della somministrazione domiciliare (Password Magazine)

Vaccino in Romania, allerta per la crescita di contagi dopo le dosi: sono infatti 3.969 i casi di Covid «riscontrati su persone che avevano effettuato la prima dose di vaccino, mentre sono 446 gli infettati dopo aver ricevuto anche la seconda dose». (Il Gazzettino)

Vaccinazioni Covid, Ciro Verdoliva (Asl Napoli 1 Centro) lancia l’allarme: “Attenti alle telefonate-truffa ai danni di over 80”. - Advertisement -. Ciro Verdoliva, manager dell’Asl Napoli 1 Centro lancia l’allarme delle truffe ai danni degli over 80 che utilizzano il trabocchetto della chiamata alla vaccinazioni covid 19 che si stanno effettuando in questi giorni alla Mostra d’Oltremare. (2a News)

Covid Gb, calano morti e nuovi casi: 18 mln i vaccinati

I ricercatori si sono detti fiduciosi, descrivendo la ricerca “molto incoraggiante”; persino la solitamente austera BBC ha descritto i risultati “spettacolari”. Un po’ più bassi, ma sempre spettacolari, i dati sullo Pfizer: coloro che hanno ricevuto la prima dose hanno un calo di ricorveri in ospedale dell’85% (ViaggiNews.com)

Perciò «dovresti ricevere il vaccino tra il 4 novembre 2021 e il 13 aprile 2022. A questi vanno aggiunte alcune informazioni personali, necessarie per consentire al sistema di capire in quale categoria di rischio si rientra. (Corriere della Sera)

Lo scorso martedì i decessi erano stati 799 e i casi 10.625. Per effetto delle misure restrittive e delle vaccinazioni calano dunque sia i decessi che i contagi nel Paese nel confronto settimanale. (Cosenza Channel)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr