Ambasciatore italiano e carabiniere uccisi in Congo

Ambasciatore italiano e carabiniere uccisi in Congo
Approfondimenti:
IL GIORNO INTERNO

L'imboscata è avvenuta questa mattina attorno alle 10.15 a una ventina di chilometri da Goma, nell'est della Repubblica democratica del Congo.

Roma, 22 febbraio 2021 - L''ambasciatore italiano in Congo, Luca Attanasio, e un carabiniere sono morti dopo l'attacco terroristico a un convoglio Onu sul quale viaggiavano.

Era distaccato all'ambasciata italiana in Congo da settembre dell'anno scorso. L'ipotesi. (IL GIORNO)

Se ne è parlato anche su altri giornali

In quella regione, tra Congo, Ruanda e Uganda, diversi gruppi armati si contendono le risorse naturali della zona. La ministra degli Esteri congolese Sophie Wilmes ha parlato di spregevole e si impegna fare di tutto per trovare gli assassini (TG La7)

«Elogiando la presenza capillare degli italiani in Congo ha detto che questa raggiunge l’’ultimo miglio’: mi ha colpito perché è la stessa definizione che usiamo in Avsi (Corriere della Sera)

Era andato a portare la pace ed è stato ucciso: ci stringiamo attorno alla famiglia». Il militare dell’Arma si era arruolato nel 2016 e ora apparteneva al XIII Reggimento «Friuli Venezia Giulia», con sede a Gorizia. (Open)

Portati nella foresta e uccisi

Successivamente è vice capo segreteria del sottosegretario di Stato con delega per l’Africa e la Cooperazione Internazionale (2004). L'ultimo incarico a Kinshasa nel 2017 quando era stato nominato capo missione nella Repubblica Democratica del Congo (Tuttosport)

E’ unanime il ricordo di Vittorio descritto come un bravissimo ragazzo. Il parroco ha raggiunto la famiglia per pregare insieme. (LaPresse)

Portati nella foresta, dopo aver eliminato l’autista, e uccisi: così sarebbero morti l’ambasciatore italiano in Congo e il carabiniere di scorta, secondo una prima ricostruzione delle fonti di polizia locali, al vaglio degli inquirenti italiani. (Corriere del Ticino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr