Oggi il funerale delle sorelle travolte dal treno

Oggi il funerale delle sorelle travolte dal treno
vistanet INTERNO

Una tragedia immane che ha strappato alla vita due ragazzine di soli 15 e 17 anni, di origine sarda

Le due sorelle travolte dal treno giorni fa nella stazione di Riccione, Giulia e Alessia Pisanu, sono state salutate tra la commozione da amici e parenti questa mattina, nella chiesa della Madonna del Buon Consiglio di Castenaso, con una funzione pubblica.

Un’omelia straziante, palloncini bianchi nel cielo e tanti messaggi di cordoglio al termine del funerale. (vistanet)

La notizia riportata su altre testate

Lo ha detto il parroco di Castenaso, don Giancarlo Leonardi, in un passaggio dell'omelia nel funerale di Giulia e Alessia Pisano, morte investite da un treno a Riccione. Noi vediamo un papà che ha costruito con talento il suo lavoro ed è vissuto per le sue figlie. (La Repubblica)

Ed invece nella famiglia di Alessia e Giulia vediamo un dolore infinito. Proviamo a ripercorrerle insieme: «Vediamo una cronaca della tragedia, ne cogliamo letture e giudizi: sembra che tutti abbiano una parola da dire, che ci siano tanti maestri. (ilmattino.it)

Feltri: gli adolescenti non sono adulti compiuti e vanno tutelati. Gli adolescenti vanno dunque trattati da adolescenti E ciò va detto, a suo avviso, non per condannare i familiari che anzi meritano il massimo rispetto. (Secolo d'Italia)

I funerali di Alessia e Giulia Pisanu: il lungo applauso all'uscita dalla chiesa

Passeggia frettolosamente avanti e indietro, senza una meta, tra i banchi stracolmi di gente della chiesa della Madonna del Buon Consiglio di Castenaso. Lo sguardo fisso verso quelle due bare candide con i nomi, Alessia e Giulia, impressi sul legno e accarezzate da girasoli e rose cristalline. (il Resto del Carlino)

Da domenica vediamo la cronaca di una tragedia, letture e riletture, ricerca di particolari, giudizi, un vociare che ha creato un'eco di reazioni. Noi oggi quasi sottovoce, perché ci sentiamo piccolissimi sussurriamo, ad ogni cuore e ad ogni vita, soprattutto a papà Vittorio e mamma Tania, sussurriamo che il bene è più forte del male. (ilGiornale.it)

Nello stesso momento, in aria è stato fatto volare un gruppo di palloncini, anche questi bianchi. (Corriere)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr