Iran, l’Aiea a Teheran: incombe ultimatum sull’ accesso degli ispettori

Iran, l’Aiea a Teheran: incombe ultimatum sull’ accesso degli ispettori
Approfondimenti:
LaPresse ESTERI

Il viaggio, in cui Grossi ha incontrato anche altri leader fra cui il capo del programma nucleare Ali Akbar Salehi, mira a scongiurare l’annunciato passo indietro sull’accesso agli ispettori internazionali ai siti nucleari della Repubblica islamica.

Le dichiarazioni sono arrivate nello stesso giorno in cui Zarif ha incontrato a Teheran Rafael Grossi, direttore dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea). (LaPresse)

Ne parlano anche altri media

Gli Stati Uniti sono dipendenti dalle sanzioni ma dovrebbero sapere che l'Iran non cederà alle pressioni", ha dichiarato Zarif. A dicembre, l'Iran ha intensificato la sua ricerca in seguito all'assassinio del fisico nucleare Mohsen Fakhrizadeh (Sputnik Italia)

Nella Repubblica democratica del Congo si trova di tutto: legno, rame, cobalto, coltan, diamanti, oro, zinco, uranio, stagno, argento, carbone, manganese, tugsteno, cadmio, petrolio La Repubblica democratica del Congo è un non luogo. (Yahoo Notizie)

Gli Stati Uniti, sotto l'amministrazione Trump, hanno abbandonato l'accordo sul nucleare iraniano, citando le accuse secondo cui Teheran avrebbe sostenuto gruppi terroristici e la necessità di ulteriori restrizioni sul presunto programma nucleare iraniano. (Sputnik Italia)

Tra Iran e Usa qualcosa si muove. Ma che succede a Dimona?

Il ministro degli Esteri della Repubblica Islamica, invece, ha assicurato che il suo paese è pronto a discutere la normalizzazione dei rapporti con i paesi del Golfo “senza condizioni preliminari” (Altre Notizie)

Stati Uniti ed Europa avvertono Teheran: "Rispettate l'accordo nucleare" di Vincenzo Nigro 18 Febbraio 2021 di Vincenzo Nigro. "In effetti le posizioni sono tre: c'è quella dell'Unione, che vuole un ritorno all'accordo sul nucleare del 2015 (JCPOA - Joint Comprehensive Plan of Action). (La Repubblica)

Comunque, l’Iran continuerà a registrare le informazioni su alcune sue attività nucleari e lascerà in funzione le telecamere di sorveglianza per tre mesi. Ma intanto, cosa sta succedendo a Dimona, il sito nucleare di Israele nel deserto del Negev? (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr