L' invasione nazi - fascista alla Yugoslavia | la guerra criminale che l' Italia nasconde

L' invasione nazi - fascista alla Yugoslavia | la guerra criminale che l' Italia nasconde
Zazoom Blog ESTERI

Uccisioni, torture, deportazioni con le quale il nostro paese non

Riciclato .Ottanta anni fa, il 6 aprile 1941, Mussolini con le truppe di Hitler sferrò un attacca contro una popolazione che giudicava inferiore.

Dopo ladi Etiopia, l'annessione dell'Albania, l'della Grecia, la . Advertising. 2_isole : RT @globalistIT: - ar_gaeta : RT @globalistIT: - stefanofile : RT @globalistIT: - fabiobellentani : RT @globalistIT: - GanimedAntonio : RT @globalistIT: -. (Zazoom Blog)

Su altri giornali

“Siamo stati anche carnefici”, a 80 anni dall’invasione della Jugoslavia oltre 130 studiosi chiedono il riconoscimento dei crimini fascisti. Il 6 aprile 1941 cominciava l’invasione nazi-fascista della Jugoslavia, che tra lotte fratricide e guerra anti-partigiana lasciò sul terreno oltre 1 milione di vittime. (il Dolomiti)

L'invasione nazi - fascista alla Jugoslavia: la guerra criminale che l'Italia nasconde (Di martedì 6 aprile 2021) Il 6 aprile 1941 segna una fondamentale tappa nelle politiche di aggressione che caratterizzarono il regime fascista. (Zazoom Blog)

Oggi martedì 6 aprile alle ore 17, si terrà on line la presentazione della mostra virtuale "A ferro e fuoco. (Friuli Sera)

L'invasione italiana della Jugoslavia: il 6 aprile 1941, quella pagina nera di ottant'anni fa

Si tratta di un appello alle istituzioni “per un riconoscimento ufficiale dei crimini fascisti in occasione dell’ottantesimo anniversario dell’invasione della Jugoslavia da parte dell’esercito italiano” (qui di sotto il documento) Per questo 134 studiosi italiani, croati e sloveni hanno scritto alle istituzioni del nostro Paese affinché riconoscano i crimini commessi dall’esercito italiano. (il Dolomiti)

Iniziò così l’occupazione della Jugoslavia che non solo completò l’aggressione del regime ai Balcani, iniziata nel 1939 in Albania e seguita nel 1940 in Grecia, ma rappresentò il correlato storico-politico del «fascismo di frontiera» emerso negli anni Venti con lo squadrismo e sintetizzato nei suoi obiettivi da Mussolini nella visita a Pola del 22 settembre 1920: «Di fronte ad una razza come (Il Manifesto)

Le condizioni di detenzione e il sovraffollamento erano tali che anche qui, di stenti e di malattie, come la dissenteria, i morti furono centinaia.Lo Stato italiano non ha mai riconosciuto i crimini commessi e iniziati ottant’anni fa in Jugoslavia La provincia di Lubiana venne annessa, fino all’8 settembre, al Regno d’Italia. (Il Messaggero Veneto)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr