Vaccini, verso vertice governo-Regioni alle 20: al centro Astrazeneca

Vaccini, verso vertice governo-Regioni alle 20: al centro Astrazeneca
LaPresse INTERNO

Il governo sarà presente con la ministra degli Affari regionali, Mariastella Gelmini, e il responsabile della sanità, Roberto Speranza

(LaPresse) – Secondo quanto apprende LaPresse, questa sera, verso le 20, si terrà un vertice tra governo e Regioni sul tema vaccini, dopo che Ema si è pronunciata sul caso Astrazeneca e dopo la riunione dei ministri Ue della Salute.

Roma, 7 apr.

(LaPresse)

Se ne è parlato anche su altri media

I negozi sul lastrico. La signora Maddalena Parisi è la proprietaria di un negozio di souvenir e oggettistica in via Maqueda. Non ci sono più turisti. I negozi di Palermo stanno patendo anche l’impatto della pandemia da covid19 sul turismo che è stato dirompente (BlogSicilia.it)

L'ordinanza. Nell'ordinanza firmata dal presidente Nello Musumeci "trovano applicazione nel comune di Palermo le disposizioni nazionali per le zone rosse". I parametri per dichiarare la 'zona rossa' non sono stati ancora raggiunti ma non escluderei, l'adozione del provvedimento, d'intesa con il sindaco, quale utile misura preventiva per evitare il picco dei positivi al Covid. (Sky Tg24 )

Le superiori misure sono state adottate a seguito della richiesta del sindaco di Palermo di disporre provvedimenti maggiormente restrittivi rispetto all’attuale “zona arancione” e dopo la relazione in tal senso del Commissario ad acta per l’emergenza Covid dell’area metropolitana di Palermo Anche alle scuole si applicheranno le disposizioni nazionali quindi, le attività scolastica e didattica saranno in presenza solo fino alla prima media compresa. (Risoluto)

Nello Musumeci: fino in prima media si torna a scuola (anche a Biancavilla)

Le postazioni saranno allestite dalla Protezione civile regionale già dalla prossima settimana. Sempre all’erta, dunque, accanto alla gente che ha ancora bisogno della nostra sanità, rivelatasi fra le migliori in Italia» (Giornale di Sicilia)

Lo rende noto il dirigente generale dell'assessorato regionale alla Salute, Mario La Rocca Il trasferimento in Sicilia si è reso necessario per la saturazione di adeguati posti letto di terapia intensiva negli ospedali pugliesi. (La Repubblica)

Secondo tali disposizioni «è assicurato in presenza sull’intero territorio nazionale lo svolgimento dei servizi educativi per l’infanzia e dell’attività scolastica e didattica della scuola dell’infanzia della scuola primaria del primo anno di frequenza della scuola secondaria di primo grado». (Biancavilla Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr