Mafia, il boss Graviano: “Nel 2016 ho inviato un messaggio a Berlusconi per ricordargli di rispettare i patti”

Mafia, il boss Graviano: “Nel 2016 ho inviato un messaggio a Berlusconi per ricordargli di rispettare i patti”
La Stampa La Stampa (Interno)

Fino a pochi anni fa si pensava che Giuseppe Graviano e suo fratello Filippo avessero fatto ricorso all'inseminazione artificiale.

Tremavo, tremavo", questo aveva raccontato Giuseppe Graviano al compagno di cella, non sapendo di essere intercettato in carcere dai magistrati del processo “Trattativa Stato-mafia”.

La notizia riportata su altri media

Sul 41 bis, sul 4 bis, o l'ergastolo io cerco di infilarmi sulla mia condizione con chiunque, di sinistra o di destra, che possa portare a compimento questa situazione". E' normale che stiamo male al 41 bis ma io non piango e non faccio la vittima. (Antimafia Duemila)

Nel corso dell'interrogatorio il Procuratore aggiunto distrettuale di Reggio Calabria Giuseppe Lombardo ha ricordato a Graviano le intercettazioni ambientali raccolte dagli inquirenti durante la comune detenzione con il camorrista pentito Umberto Adinolfi. (Live Sicilia)

E alla domanda del pm Lombardo che gli chiede se “già prima dell’aprile 2016 aveva provato a fare arrivare un messaggio all’ex premier Berlusconi”, Graviano replica: “Sì. PRONTO UN LIBRO SULLA MIA VITA, MI CHIAMANO “MADRE NATURA”. (ilSicilia.it)

L’ex boss ha ancora detto: “Sulla procedura di concepimento mi istruì un ginecologo che non posso certo nominare”. “Anche Dell’Utri è stato tradito” ha detto poi Graviano deponendo in videoconferenza in merito ai suoi presunti rapporti con Silvio Berlusconi (BlogSicilia.it)

Il boss Giuseppe Graviano continua a parlare davanti al procuratore aggiunto Giuseppe Lombardo nel processo ‘Ndrangheta stragista e lo fa mandando messaggi su messaggi. In verità, Graviano rimarca di voler parlare anche di altri argomenti «quando mi interrogherete in altre occasioni». (LaC news24)

Questo aveva raccontato Giuseppe Graviano al compagno di cella, non sapendo di essere intercettato in carcere dai magistrati del processo Trattativa Stato-mafia. C’è spazio anche per parlare nuovamente di Silvio Berlusconi nella testimonianza di Giuseppe Graviano. (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti