Fobia da West Nile e vaiolo, inizia l'assalto ai medici di base

RovigoInDiretta.it SALUTE

"Gli ambulatori, caso strano, sono pieni come solitamente accade nel periodo invernale - conferma Francesco Noce, presidente dell’ordine dei medici locale - fortunatamente riscontriamo una diminuzione dei casi di coronavirus, mentre preoccupa la crescita di quelli da West Nile.

Le persone sono ovviamente preoccupate e si rivolgono ai medici cercando conferme e informazioni

West Nile: è assalto agli ambulatori. (RovigoInDiretta.it)

Su altre testate

Ma. CODOGNè Focolaio West Nile, iniziata la disinfestazione SALUTE West Nile, «più che raddoppiati i casi in Italia»:. PADOVA West Nile, la figlia dell'88enne deceduto: «Febbre a 40 e. ROVIGO West Nile, sei persone contagiate, quattro sono gravi: in Polesine. (ilgazzettino.it)

Da giugno, inizio della sorveglianza, sono stati segnalati in tutta Italia 94 casi confermati di West Nile Virus, 55 dei quali ha manifestato sintomi neuroinvasivi. Le disinfestazioni sono state avviate già mesi fa e proseguono secondo il piano regionale, ma probabilmente anche in Polesine saranno effettuati nuovi trammenti straordinari. (ilgazzettino.it)

Appena saranno comunicate le disposizioni dell’Ulss 6, dovrebbe essere emessa una seconda ordinanza che riguarda altre tre strade in cui effettuare lo stesso trattamento. Chiediamo agli abitanti di tenere chiuse le finestre perché saranno delle disinfestazioni importanti, così come di non lasciare all’esterno animali domestici o prodotti commestibili. (il Resto del Carlino)

Salgono a nove i polesani colpiti dal West Nile, di cui cinque affetti dalla forma neuro-invasiva della malattia. In Veneto sono 70 i casi di West Nile accertati, di cui 28 di febbre del Nilo e 42 della malattia neuro-invasiva. (RovigoInDiretta.it)

Davide Gentili, sono già 9 i comuni coinvolti tra la presenza di zanzare positive al West Nile (Ponte di Piave e Codogné) e le segnalazioni di contagi, confermati o probabili. «L'aver individuato zanzare positive permette di rafforzare la sorveglianza epidemiologica nel nostro territorio, fornendo indicazioni alla popolazione per ridurre la probabilità di casi umani. (ilgazzettino.it)

Al momento in provincia non vi sono casi, come conferma il Primario di malattie infettive all'ospedale di Belluno e già vice primario all'ospedale di Padova, Renzo Scaggiante. La lotta contro la pandemia e della sua evoluzione a causa delle varianti passa dall'efficacia della campagna vaccinale che potrà avere nella combinazione di vaccino influenzale tradizionale e booster contro le varianti Covid un'arma ulteriore (ilgazzettino.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr