;

Krajewski: «Cardinali e vescovi aprano le loro case ai profughi»

Krajewski: «Cardinali e vescovi aprano le loro case ai profughi»
Corriere della Sera Corriere della Sera (Interno)

Se anche ogni monastero, casa religiosa o parrocchia si aprisse per una persona, una famiglia, nel campo profughi di Lesbo non troveremmo più nessuno».

«Con lo sforzo di tutti, il corridoio di oggi potrebbe diventare un corridoio umanitario europeo», dice il prefetto Di Bari.

Dai cardinali, dai vescovi, dai presbiteri…Apriamo le nostre case, le nostre canoniche, i nostri palazzi», dice.

Il cardinale Konrad Krajewski, elemosiniere del Papa, è andato a prenderli a nome di Francesco e ora abbassa lo sguardo un po’ intimidito, quando lo applaudono.

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti