Covid in Italia, le zone e i soggetti più colpiti: numeri inquietanti

Yahoo Notizie INTERNO

AstraZeneca al posto di Pfizer, l'errore all'insaputa di 44 persone. GUARDA ANCHE - Fake News: Prima del vaccino anti Covid bisogna fare il sierologico?

(Photo by ANDREAS SOLARO/AFP via Getty Images). Nel 2020 la mortalità in Italia è stata la più alta mai registrata dal Dopoguerra in poi.

La classe di età mediana dei casi confermati di infezione da SARS-CoV-2 nei primi mesi del 2021 è scesa a 40-44 anni, mentre per quelli segnalati entro il 31 dicembre 2020 era 45-49 anni

La stima del contributo dei decessi Covid-19 alla mortalità generale conferma come l'impatto sia più marcato nel genere maschile. (Yahoo Notizie)

Su altri media

Ad evidenziarlo è il rapporto Istat-Iss sull'impatto del Covid in Italia, secondo il quale nell'anno della pandemia sono stati registrati complessivamente 746.146 decessi, 100.526 in più rispetto alla media 2015-2019 (15,6% di eccesso). (Trentino)

Prendendo in esame i dati del Fvg, nel periodo 2015-2019 la media di decessi annuali si attesta a 14.774, numero che, nel 2020, è salito a 16.617, con un aumento di 1.843 vittime (Il Friuli)

Per arrivare a determinare l’indice Istat c’è bisogno di analizzare quel «paniere» che abbiamo citato prima Avrai sentito nominare spesso l’indice Istat e, forse, ti sarai chiesto che cos’è e come funziona esattamente questo elemento che condiziona le nostre vite da consumatori, in modo invisibile ai nostri occhi ma fin troppo evidente a quelli dei nostri portafogli. (La Legge per Tutti)

Nel 2020 la mortalità in Italia è stata la più alta mai registrata dal Dopoguerra

Nel mese di dicembre e nei primi mesi del 2021 l'eccesso di mortalità in Italia è stato al di sotto della media europea per poi risalire leggermente nel mese di marzo 2021 Nell'anno della pandemia sono stati registrati complessivamente 746.146 decessi, 100.526 in più rispetto alla media 2015-2019 (15,6% di eccesso). (Rai News)

Nel 2020 in Italia è stato registrato il numero più alto di morti dal Dopoguerra: nell'anno condizionato dal covid, ci sono stati oltre 100mila decessi in più rispetto alla media 2015-2019, come evidenzia il rapporto Istat-Iss sull'impatto dell'epidemia Covid 19 sulla mortalità della popolazione residente nel 2020 e nel primo quadrimestre 2021. (Adnkronos)

Stampa. Nel 2020 la mortalità in Italia è stata la più alta mai registrata dal Dopoguerra in poi. Ad evidenziarlo è il rapporto Istat-Iss sull’impatto del Covid in Italia, secondo il quale nell’anno della pandemia sono stati registrati complessivamente 746.146 decessi, 100.526 in più rispetto alla media 2015-2019. (Salernonotizie.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr