San Siro paga i fischi a Donnarumma: la Federcalcio non l’ha presa bene

San Siro paga i fischi a Donnarumma: la Federcalcio non l’ha presa bene
Fanpage SPORT

San Siro paga i fischi a Donnarumma: la Federcalcio non l’ha presa bene Chiusa la Nations League col terzo posto finale, l’Italia adesso deve subito voltare pagina e concentrare tutte le proprie forze sulla partita decisiva per la qualificazione al Mondiale che gli azzurri giocheranno il prossimo 12 novembre contro la Svizzera.

Nel rosario dei possibili stadi che avrebbero potuto ospitare la gara contro gli elvetici c'erano infine anche Napoli e Bologna (Fanpage)

La notizia riportata su altri media

Sconcerti sul CorSera: "Donnarumma ha perso sicurezza, il ragazzo ha bisogno di aiuto". vedi letture. Il direttore Mario Sconcerti scrive di paradosso-Donnarumma sul Corriere della Sera: " Fischiato dai milanisti a San Siro, adorato dalla gente di Torino, ognuno con cause esterne alla Nazionale. (TUTTO mercato WEB)

In chiusura di intervista l'inviato delle Iene prima gli domanda se vuole dare un messaggio ai suoi ex tifosi e lui non perde occasione: "Gli vorrò sempre bene. Dai fischi della sua San Siro da parte dei suoi ex tifosi del Milan prima e durante Italia-Spagna, fino ad arrivare agli applausi ricevuti allo Juventus Stadium da parte dei supporter bianconeri durante il match contro il Belgio. (ilGiornale.it)

Sarà un lungo mese da qui al 12 novembre Dopo lo scontro diretto poi entrambe le squadre giocheranno un'ultima partita: l'Italia in trasferta contro l'Irlanda del Nord, la Svizzera in casa con la Bulgaria. (Sport Fanpage)

Biasin: "Gigio: chi contesta i fischi non li ha capiti (o non li vuole capire)"

Nel corso del botta e risposta con l'inviato de 'Le Iene', l'ex portiere rossonero ora al PSG s'è visto stampare sull'avanbraccio destro un tatuaggio lavabile con lo stemma del club rossonero. Ma poi, alla fine dell'intervista, ha promesso un tatuaggio vero: "Quando arrivi a Parigi vai da un tatuatore e lo fai diventare permanente? (Tutto Napoli)

Sarò sempre un cuore rossonero È normale il dispiacere dei fischi. (Virgilio Sport)

I fischi a Donnarumma non vanno banalizzati o ridotti a “che fessi quelli lì”, perché sono molto più profondi di quel che si possa pensare. La prima riguarda i fischi a Donnarumma, condannati da quasi tutti i benpensanti. (Milan News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr