Cagliari, lo sfogo di Zenga: «Alle 16 ho saputo dell'addio. Ho sbagliato a firmare fino a giugno»

Cagliari, lo sfogo di Zenga: «Alle 16 ho saputo dell'addio. Ho sbagliato a firmare fino a giugno»
Leggo.it Leggo.it (Sport)

Ogni presidente ha il diritto di fare il meglio per il proprio club, quindi avrà avuto i suoi buoni motivi".

Ai microfoni di Sky Walter Zenga ha commentato l'annuncio di separazione dai colori rossoblù dato prima dell'incontro col Milan dal presidente del Cagliari Giulini: "Non mi rimprovero nulla.

Ne parlano anche altre fonti

Io non ho nulla da rimproverarmi, perché comunque in condizioni particolari sono riuscito a portare la squadra alla salvezza. Forse ho fatto male ad accettare, perché avevo una clausola nel contratto abbastanza impossibile ovvero di chiudere al settimo posto. (alfredopedulla.com)

Se ha deciso così ha avuto buoni motivi per farlo. L’unico nostro ‘difetto’ è stato quello di fare subito dieci punti, mettendoci in una posizione tranquilla. (Virgilio Sport)

“Abbiamo deciso di ripartire con un sorriso e con un progetto nuovo, con l’entusiasmo che io avevo perso un po’ e non solo per la situazione Covid”. La sua importanza non solo in campo – lo ha dimostrato quando è mancato – ma anche per le dinamiche dello spogliatoio è lapalissiana. (Centotrentuno.com)

GUARDA ANCHE - Zenga e l’addio al Cagliari. Scorri per continuare con i contenuti Annuncio. Intervistato da 'Sky Sport' dopo la partita persa 3-0 con il Milan, Zenga ha parlato dell'esperienza e della decisione di accettare un contratto con una clausola per la conferma difficile da raggiungere. (Yahoo Eurosport IT)

Il patron del club sardo, intervistato da ‘Sky Sport’, ha confermato la volontà di variare guida tecnica. “Abbiamo ragionato se ripartire da uno tra Maran e Zenga, ma abbiamo deciso di ripartire con un nuovo progetto – ha detto Giulini -. (Virgilio Sport)

«Ho fatto male – confessa Zenga – ad accettare un contratto sino a giugno, con il rinnovo legato al settimo posto. Tommaso Giulini è stato chiarissimo: «Abbiamo altri progetti per la prossima stagione». (La Nuova Sardegna)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr