Pensione persa per poche settimane mancanti: chi rischia la beffa dei contributi

Pensione persa per poche settimane mancanti: chi rischia la beffa dei contributi
InvestireOggi.it INTERNO

Quota 100: cos’è e quali sono i requsiti da rispettare?

Chi rischia la beffa di non accedere a quota 100?

Chi non avrà maturato i diritti a quota 100 alla data del 31 dicembre, potrebbe non poter più accedere alla misura.

Il pensionamento anticipato potrà avvenire anche dopo il 31 dicembre 2021.

In tale caso, il riscatto dei contributi per i periodo citati, potrebbe permettere di rispettare i requisiti per accedere alla pensione anticipata, quota 100

(InvestireOggi.it)

Su altre testate

Riforma pensioni 2021, Ghiselli sulla proposta Tridico: Non ci convince, ne parleremo sabato. Pensioniperutti: E della proposta Tridico, tornata alla ribalta in queste ore, che prevede la possibilità di avere liquidata la sola parte di pensione calcolata con il sistema contributivo a 63 anni che ne pensate? Roberto Ghiselli: “Non ci convince, sarebbe una finta flessibilità perché l’importo della pensione che verrebbe anticipata sarebbe troppo bassa (Pensioni Per Tutti)

Non si rivaluta nel 2022 il montante contributivo per il calcolo delle pensioni, che però aumentano grazie all'inflazione in aumento: i dati ISTAT. (PMI.it)

Poste Italiane ricorda l’obbligo di indossare la mascherina e di entrare nell’ufficio postale solo all’uscita del cliente precedente L’anticipo riguarderà tutti coloro che si sono rivolti a Poste Italiane per trattamenti pensionistici, assegni, pensioni e indennità di accompagnamento per gli invalidi civili. (Thesocialpost.it)

Riscatto laurea gratis, via libera dell’Inps che però avverte: “Costerebbe allo Stato 5 miliardi”

RIFORMA PENSIONI/ Il problema "non detto" del ricalcolo contributivo. — — — —. Abbiamo bisogno del tuo contributo per continuare a fornirti una informazione di qualità e indipendente Inoltre, “il coefficiente che sarà reso noto alla fine del 2022 dovrà tenere conto del recupero dello 0,0215%, attualmente congelato”. (Il Sussidiario.net)

Secondo Tridico infatti i costi sarebbero esorbitanti e costerebbe nel 2022 4,33 miliardi e il conto salirebbe negli anni successivi fino a 9,75 miliardi, per poi iniziare una lenta discesa a 9,2 miliardi nel 2031 Tridico ha quindi chiarito: “Una prestazione di importo pari alla quota contributiva di pensione che prevede l’anticipazione della sola quota contributiva a 63/64 anni, rilasciando la parte retributiva a 67 anni. (Pensioni Per Tutti)

Per l'Inps si può fare, ma questo costerebbe allo Stato circa 4 o 5 miliardi all'anno. Riscatto laurea gratis, via libera dell’Inps che però avverte: “Costerebbe allo Stato 5 miliardi” L’Inps dà parere positivo sulla proposta di rendere gratuito il riscatto della laurea a fini pensionistici, ma precisa che questo costerebbe allo Stato circa 4 o 5 miliardi all’anno. (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr